4 Chiacchiere con… Valentina Tioli!

Ciao Valentina e benvenuta! Quando e come inizi a fare musica?

Grazie a voi dell’invito, il mio progetto nasce da una grande passione per la musica e la scrittura, mio nonno mi portava al conservatorio da piccola quando avevo sei anni e da quel momento la musica non ha mai smesso di essere parte della mia vita. Ho sempre scritto di tutto, avevo molti diari segreti e poi suonando il pianoforte ho iniziato a scrivere anche delle mie canzoni. Diciamo che il punto di svolta è stato Xfactor 7.

Quali sono state le tue fonti di ispirazione

Quando ho sentito cantare Jessie J, Beyoncè per la prima volta ho provato delle emozioni talmente intense che mi hanno fatto venire voglia di passare la mia vita a fare musica.

Come mai la scelta di intitolare un singolo ““Niña””?

Perchè è un brano spagnolo e italiano che racconta di una ragazza che vuole divertirsi sentirsi libera e spensierata senza sentirsi giudicata.

Quale messaggio vorresti lanciare con la tua musica?

Penso di trasmettere il mio vissuto e le storie che mi piace raccontare nelle mie canzoni. Tante persone mi hanno scritto che i miei testi gli sono serviti per superare momenti difficili, per divertirsi, per passare dei bei momenti. Per me questa è la più grande vittoria, la musica per me è terapeutica e se la mia musica fa lo stesso effetto anche su qualcun altro, allora vuol dire che sto facendo bene.

Fatti un augurio per il futuro che verrà!

Mi auguro di essere felice facendo ciò che amo circondata da persone positive e cariche di entusiasmo come lo sono io!