“SUCCO AL POMODORO” IL primo singolo dei “DuoBlissett”, nuova coppia del panorama indie-rap

Il primo brano dei DuoBlissett, “Succo al pomodoro”, è stato pubblicato lo scorso 31 gennaio ed è stato prodotto da Neji.

Il loro primo singolo “Succo al pomodoro” è stato scritto da entrambi e rispetta i canoni dell’indie
italiano con un giro di chitarra che rende il brano molto melodico e radiofonico.

Mattia spiegando la canzone dice: “ “Succo al pomodoro” parla di una storia vera, successa proprio quest’estate, come dico nella canzone, ad agosto e l’ho scritta in un momento in cui vedevo
quella relazione ormai finita e conclusa per sempre, ma ne ero sereno a riguardo, difatti, uso molto un’ironia semi-malinconica , ad esempio in “pensavo fosse amore ed era succo al pomodoro”, o “ti avevo dato un dito ma ho un braccio mezzo monco”.

Poi aggiunge: “Mi viene spontaneo da
spiegare cosa voglia significare “pensavo fosse amore ed era succo al pomodoro” e chi mi conosce bene, sa che io ho quasi una dipendenza da succo al pomodoro e ne bevo minimo 4-5 alla
settimana, stessa cosa vale per il tè al limone, anche se non è una “dipendenza” come il succo al
pomodoro, quindi ho voluto fare una metafora personale come per dire che pensavo che in realtà fosse amore quando magari era solo un’assuefazione, una dipendenza come appunto il succo al pomodoro”.

I DuoBlissett sono formati da Lidia Pardini (12/08/2003) e Mattia Giorgio Causarano
(21/06/2002), due ragazzi toscani che si sono conosciuti durante i primi anni del liceo ma sono
diventati veri e propri amici grazie alla passione condivisa per la musica come spiega Lidia:

“Non abbiamo mai sviluppato un’amicizia fino a quando durante un’assemblea d’istituto a dicembre del 2019 ho chiesto a Mattia, che si stava esibendo con una sua amica, di cantare un pezzo insieme e abbiamo cantato prima “Del verde” di Calcutta e poi “Irene” dei Pinguini Tattici Nucleari”.

Il nome “DuoBlissett” deriva da Luther Blissett, un calciatore giamaicano di qualità mediocre degli anni ’80 che riceveva attenzione mediatica solo per i gol sbagliati. Blissett diventò un caso e a metà degli anni ’90 a Bologna nasce il “collettivo Luther Blissett“, espressione italiana di un movimento internazionale di controcultura letteraria ed artistica.

Le ispirazioni musicali sono molto vaghe per Mattia che è sempre stato abituato ad ascoltare ogni genere musicale sin da piccolo, mentre Lidia si sente molto vicina al cantautorato italiano essendo cresciuta ascoltando Fabrizio De Andrè, Mina, Roberto Vecchioni o Renato Zero.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: