Perché Sanremo è Sanremo! Top e flop della seconda serata

Un’altra puntata del festival della canzone italiana è passata! Una co-conduttrice stupenda, Elodie, che ci ha deliziato dei suoi look in Versace, Oscar de la Renta, Giambattista Valli. La bella cantante di “Andromeda” si è esibita in un medley incredibile, che ha mandato in visibilio fan e non sui social!

Dopo ieri sera abbiamo concluso l’ascolto di tutti i pezzi in gara:

  • ORIETTA BERTI: Che dire, la regina di questo festival! Sicuramente l’abito e lo Styling meritano! Canzone classica e che ci ricorda il bel Sanremo andato.
  • ERMAL META: un podio più che meritato. D’altronde Ermal Meta è la conferma delle conferme. Un cantante, un poeta eccezionale dei giorni nostri. Un po’ meno il look, ma si può sempre migliorare.
  • MALIKA AYANE: Favolosa Malika! Ha portato un po’ di brio sul palco dell’Ariston, mostrandosi come sempre un’ artista incantevole e sicura di sé. Brano da podio e da non sottovalutare.
  • LA RAPPRESENTANTE DI LISTA: ufficialmente la scoperta di questo festival di Sanremo 2021! Un sound incredibile, testo eccezionale, per noi i vincitori almeno morali di questa competizione canora. Uno Styling particolare, che colpisce l’occhio, firmato Valentino.
  • LO STATO SOCIALE: sorvoliamo sugli abiti e lo Styling e parliamo direttamente di musica. Lo Stato sociale ha portato in scena lo Stato sociale, nulla di nuovo e pure piace così tanto alla critica. Da tenere sott’occhio.

  • GAIA: look decisamente tra i migliori, fresca, giovane, libera. Piccola nota: di Elettra Lamborghini ne esiste una sola! Canzone niente male, ma c’è bisogno di un secondo ascolto.
  • BUGO: A noi piace andare controcorrente, Bugo non è stato così pessimo come la critica vuole dimostrare! Certo magari qualche consiglio sul look, siamo disposti a darglielo.
  • WILLIE PEYOTE: Forse uno dei pochi tra le proposte di Amadeus a saper coniugare un’ottima presenza con un’ottima canzone. Testo di denuncia ma non lagnoso e sound tutto da cantare.
  • FULMINACCI: ci aspettavamo qualcosa di più romantico, ma a modo suo ha saputo trasportarci in quella sfera romantica che solo lui sa descrivere. Certo magari potevamo essere romantici anche nel look eh!

  • RANDOM: Peccato per Random, tutta la sua inesperienza è uscita fuori. La canzone meriterebbe, se solo riuscissimo a capirne il testo. Si rifarà nella quarta serata, magari con un look più interessante e sicuro.
  • EXTRALISCIO: Questo lo chiameremo il festival del coraggio! S.O.S moda! Canzone che potrebbe essere interessante, ma forse troppo poco sanremese.
  • GIO EVAN: C’è chi lo paragona ad un Simone Cristicchi futuristico, però Cristicchi sapeva essere elegantemente sorprendente. Una bella Ballad, ma manca il fattore X.
  • IRAMA: nonostante tutto il casino successo, Irama esce vincitore da questa serata! Look giovanile, in pieno stile Irama e rock al punto giusto. La canzone non è al pari di quella de La Rappresentante di Lista, ma il podio sarebbe più che meritato!

Achille Lauro? Finalmente è tornato in lui! Ci ha fatto ballare e vivere un vero sogno in piena pandemia. Un omaggio degno di nota quello alla grande Mina. Gucci rimane un’ottima scelta!

Ieri sera la serata terminava con questa classifica che segue. Siete pronti per la serata delle cover? Sarà una lunga notte 🌙

  1. Ermal Meta – Un milione di cose da dirti
  2. Irama – La genesi del tuo colore
  3. Malika Ayane – Ti piaci così
  4. Lo Stato Sociale – Combat Pop
  5. Willie Peyote – Mai dire mai (la locura)
  6. Gaia – Cuore amaro
  7. Fulminacci – Santa Marinella
  8. La Rappresentante di Lista – Amare
  9. Extraliscio + Davide Toffolo – Bianca luce nera
  10. Gio Evan – Arnica
  11. Orietta Berti – Quando ti sei innamorato
  12. Random – Torno a te
  13. Bugo – E invece si
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: