il merdoscopo

Quella volta che La Feffa ha incontrato “Il Merdoscopo”

Lo ammetto: c’è stato un momento della mia vita dove avevo tremila App sul cellulare riguardo l’oroscopo. Confrontavo ed incrociavo i vari testi per capire come sarebbe andata la giornata. Follia, tanto che poco prima dell’inizio del lockdown ho cancellato tutto e messo una bella pietra sopra a quella storia di astri e segni zodiacali. L’avevo presa troppo sul serio no, per poi arrabbiarmi con me stessa (SONO CAPRICORNO) di essermi lasciata trasportare.

Se c’è una cosa buona in questa pandemia, è che ho iniziato a rivalutare i contenuti che seguo nei social. Non mi ricordo bene, ma un giorno ho iniziato a ridere come una folle. Che pagina era? Eh già, una dedicata all’oroscopo. Così nasce la mia storia d’amore con il Merdoscopo, perché l’astrologia è una materia seria, ma l’ironia non è da meno.

Vabbè, mi imbatto in questa page e inizio ad appassionarmi alla materia, notando che lo è veramente. Cosa faccio quando mi fisso con un personaggio lo sapete già no? Infatti non ho esitato 5 minuti a chiedere a Isabella, la fondatrice, di poter scambiare quattro chiacchiere.

Certamente c’è qualcosa di più sotto la nascita della page. Quando ti sei avvicinata all’astrologia?
Ho vissuto a Londra per tre anni e condividevo l’appartamento con una mia amica fissata con gli astri.
Davvero eh, una di quelle che se sei Tizio ascendente in Caio ci pensa un attimo prima di risponderti [ride].
A quel punto ho iniziato a cercare di capire questa fissazione studiando ed approfondendo la materia. Diciamo che il mio approccio è stato molto più dal punto di vista psicologico, avendo anche mia madre psicologa. Una cosa tira l’altra e mi sono appassionata.

“Merdoscopo” già fa capire che in effetti volevi creare un contenuto reale, ma anche molto ironico…
Assolutamente si, l’intento iniziale era puramente ironico! Poi ho notato che molte persone volevano saperne di più, si è instaurata questa fiducia potremo dire. Ci facciamo una grassa risata, ma nello stesso momento perché non provare ad analizzarsi, sempre in maniera obiettiva certamente.

Con te non ci annoia mai. Ci sono tantissime rubriche a tema. Cosa ne ispira la nascita?
Sono una persona molto creativa, ricca di passioni. Le ho volute far coincidere tutte, o quasi, insieme all’astrologia. Dalla musica alla lettura, ho pensato di dare dei spunti di riflessione sui personaggi delle serie o magari sulle coppie più iconiche. Devo dire che sono state più che apprezzate!

Se potessi far tornare in vita un guru astrologico chi sarebbe?
Raman un astrologo indiano. A me affascina molto l’aspetto esoterico della materia, super interessante.

C’è stata una volta che hai pensato: “no vabbè quello è per forza di quel segno!”
Non mi capita spessissimo eh, però si per esempio ho subito pensato che Tina Cipollari fosse Scorpione e così è! Quando ho visto SanPa su Netflix ho pensato che sicuramente Muccioli fosse Capricorno, com’è poi era realmente.

E i segni più affidabili scusa?
Toro, Capricorno e Bilancia.

Isabella, fondatrice de “Il Merdoscopo”

Oltre alle rubriche, sei sempre molto attiva con i tuoi seguaci. Impossibile non citare i sondaggi! I risultati spesso rispecchiano quella che ti aspetti?
No, quasi mai! Io cerco di essere nel mezzo, ma c’è gente che la prende sul personale. Per esempio ti dirò, io non avrei detto che i gemelli sono i “peggiori”.

Allora i Capricorno non sono così male?
No, sono molto affidabili. Semplicemente non credono alle cose belle che succedono. Sono troppo occupati ad essere distruttivi con sè stessi [ride, perché anche la cara Isa è un bel Capricorno!]

Io per prima per un momento sono stata scettica nei confronti dell’astrologia. Tu cosa risponderesti a chi si dimostra un incallito scettico?
L’astrologia non è credere, è una materia da studiare. Certo, si può lavorare su delle affinità oppure migliorare quei lati del carattere un po’ pesanti. Un conto è leggere l’oroscopo, un conto è analizzare il proprio astro. In ogni caso va preso tutto con leggerezza, è assurdo essere troppo scettici.

Oltre al blog e ad una pagina Ig seguitissima, c’è anche uno shop favoloso!
Si, una mia amica illustratrice è stata fondamentale nell’ottima riuscita dello shop. I fan ne sono entusiasti!

Recentemente hai parlato ai tuoi seguaci della possibilità di una Zoom Call con te per la lettura della carta astrale. Come sarà strutturato il progetto?
Saranno aperte a tutti, a gruppi di 3 o singoli, certamente con prezzi leggermente differenti tra loro. Ci si prenoterà su Instagram in DM, magari due giorni a settimane tre volte al giorno. Spiegherò tutto molto meglio tra qualche giorno.

Oltre a questa iniziativa delle Zoom Call, quali novità hai riservato per noi in questo 2021?
Sto allacciando delle collaborazioni, sicuramente ne vedrete delle belle. Ormai questa attività occupa quasi la maggior parte delle mie giornate, voglio trarne il meglio per me e per chi ha deciso di seguirmi.

E voi davvero ancora non seguite “Il Merdoscopo”? Andate a spizzare i contenuti proposti e fatemi sapere cosa ne pensate!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: