Renato Torre: “I live sono l’ossigeno dell’artista.”

Renato Torre racconta l’amore, quello vero, quello libero ed indissolubile, capace di andare oltre la distanza.

“Siamo vicini” racconta di due ragazzi costretti a vivere il loro sentimento a distanza.
Un brano così attuale, che tocca la sensibilità di molti di noi. Come si può restare vicini in un periodo storico simile?

Un brano nato di getto, Torre si pone cuore a cuore con l’ascoltatore e dona una via di uscita al nero che sembra appannare ogni speranza.


«“Siamo vicini” è un brano che ho scritto una mattina di maggio in poco più di venti minuti .
Le emozioni che fino a quel momento avevo accumulato erano molte e confuse dall’inizio della quarantena, ma quel giorno, ricevuta la notizia dell’annullamento degli esami di maturità, riuscii a metterle facilmente su carta, dando vita al singolo. È un brano sincero, semplice e descrittivo. Non ci potrebbe essere momento migliore se non questo per pubblicarlo, visto la sua spiccata attualità».

Autore, cantante e anche videomaker, visto che il videoclip vede la sua direzione. Un talento versatile e sensibile, tanto da curare il progetto a tutto tondo senza lasciare nulla al caso.
Quindi come va a finire? Alla fine si torna sempre insieme, perché non c’è nulla che può separare un vero sentimento. I due amanti si riabbracciano e si, anche noi torneremo a farlo senza paura. Torneremo ad abbracciarci sotto i palchi, negli stadi, nei palazzetti, dove l’artista potrà tornare a respirare ossigeno puro. Senza dubbio Renato ci ha donato un’immagine favolosa, che accomuna chiunque si senta vivo al suono di una sola nota.

Avete già ascoltato “Siamo vicini”? Lo trovate nei migliori digital store, nonché qui sotto!

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: