#LUVESPONE presenta “Time Taking Over” il singolo che dà inizio alla carriera solista

LUVESPONE (volutamente tutto scritto in maiuscolo) dà inizio così alla sua carriera cantautorale da solista dopo l’esperienza con il progetto musicale Reggae Connection di cui è stato fondatore e con cui ha pubblicato il mixtape “Mattone su Mattone” e l’album “Io resto qua”.

 

luvespone-denisebalistreri

Ciao Luvespone! Il tuo nuovo progetto musicale è una bomba! Oltre al genere interessante, c’è anche una visione del tempo molto particolare….
Un saluto a tutti i nostri lettori e a te Fede! Ho sempre voluto raccontare la vita di un ragazzo ed il suo amore per il reggae che lo portava ad uscire dai canoni del paesino. Ho raccontato passo passo quello che ho fatto, la mia esperienza. Il mio tempo, segue l’amore e le passioni, faccio quello che amo perchè facendolo riesco a trovare quegli stimoli e quelle gratificazioni che mi spingono a dare sempre il meglio. Per me il tempo è come fosse un traguardo.

Credi che il tuo genere sia stereotipato? Quali artisti italiani hanno influenzato di più il tuo modo di fare musica?
Devo dire che nel corso del tempo molti pregiudizi sono sfumati, il reggae è un genere come un altro. C’è ancora una percentuale che ci vede come artisti tutti  “pace e amore” oppure come gli anarchici di turno.
Senza dubbio le mie grandi influenze sono state e sono i Mellow Mood, i Boomdabash, i Sud Sound System. Ti dirò, ultimamente sono anche un simpatizzante di alcuni pezzi indie.

Oggi è uscito il videoclip, davvero particolare, girato durante questa quarantena. Come mai hai voluto sperimentare questa possibilità?
Volevo dare speranza e far capire il valore del tempo, che siamo noi che dominiamo il nostro vissuto, tempo compreso!  Il videoclip è stato ideato insieme ai “TheCreker”, in formato verticale e caratterizzato da animazioni e da uno stile lo-fi, fortemente voluto per raccontare lo scontro dell’individuo con il proprio Ego in un periodo così particolare.
La pandemia ci ha costretti ad un isolamento forzato, ok, ma chi dice che sia necessario mettere tutto in stand-by? Questa situazione ci ha dato più tempo, usiamolo!

Cosa senti di consigliare a chi vorrebbe intraprendere un carriera simile in Italia?
Mettersi a nudo con se stessi, reinvetarsi! Soprattutto consiglierei di diventare padroni del proprio tempo, gettando il cuore SEMPRE oltre l’ostacolo.