#GenerazioneZ Benedetta Raina nei suoi “Frammenti”

Benedetta Raina è una cantautrice classe 2001 di Alessandria, collocabile nel panorama musicale dell’indie-pop italiano. Fin da piccola coltiva una grande passione per la musica e nei primi anni delle superiori inizia a scrivere i primi testi e a comporre le prime vere canzoni, prima in inglese e poi, più tardi, in italiano affrontando le tematiche di un’adolescente della generazione z, in bilico tra speranza e sconforto e alla continua ricerca di conferme negli altri.

 

unnamed (1)

 

Ciao Benedetta, hai definito il tuo album FRAMMENTI “una collezione musicale di piccole fotografie di vita”. Cosa volevi trasmettere con questa tematica?
Ciao Fede, è un piacere essere qui con voi oggi. Ci siamo trovati con tante canzoni in mano, erano tutti pezzi che rappresentavano un momento preciso della mia vita. Molti pezzi si rifanno alla mia adolescenza, magari un periodo adesso un po’ lontano nel quale non mi ritrovo più, ma che è stato pieno di ispirazione ed i brani presentati ne sono le “istantanee”.

Il 1° Maggio uscirà ” Stata mai”. Come mai proprio questo singolo per esordire?
I pezzi dell’album sono molto forti, sono legata a tutti come si potrà immaginare.Il motivo principale dell’aver lanciato “Stata mai” per primo sta nel sound, in più lo sentivo cadere “a pennello” per la mia figura in questo momento.

Quali sono le tue muse in fatto di stylist e look per il tuo personaggio artistico?
Billie Elish e Lorde.

Vorrei concludere chiedendoti di farti un augurio come giovane donna alle prese con una carriera da artista emergente:
Crederci sempre senza lasciarmi sopraffare dal pregiudizio di non farcela. Come donna vorrei affermare a gran voce di non lasciarsi intimidire da aspetti fisici o insicurezze, la buona musica ed il talento prevalgono sempre e comunque.