#MAY RICCARDO TORSELLI E’ IL MODELLO DEL MESE

Bellezza e sensualità.
Il Modello del mese è…

IMG-20190527-WA0070

 

Ciao Riccardo, benvenuto! Quando hai iniziato la carriera di modello?
Ciao Fede, che piacere! Ho iniziato la carriera da modello molto presto, avrò avuto più o meno intorno ai 3 anni. Dopo un periodo di stop, ho ricominciato verso i 17 anni.

Quale collaborazione ti ha fatto capire che questa era la giusta strada?
Forse la collaborazione con Abercrombie e una fashion week a Milano qualche anno fa. In questi casi posso dire di aver avuto modo di  toccare con mano la vera alta moda.

IMG-20190527-WA0066.jpg
C’è qualcuno che ispira il tuo percorso, che senti molto vicino?

Io per primo sono il motivatore di me stesso, quello che quando si prefigge un obiettivo fa di tutto per raggiungerlo. Quando capisco che ho del buon potenziale cerco di sfruttarlo al massimo. Vorrei poter fare “la carriera” di Gandhi, ma la vedo un po’ difficile [ride].

 

Preferisci il set o la passerella? Perché?
Il set ASSOLUTAMENTE, ci sono emozioni diverse e che sento più mie. Amo scherzare durante gli scatti, mentre con la passerella questo mio lato giocoso viene un po’ meno fuori.

IMG-20190527-WA0067Nella vita di tutti i giorni, che ruolo gioca la moda?
Un ruolo decisamente centrale, perchè pur privilegiando sempre la comodità, curo molto il mio look prima di uscire di casa.
Quali sono i pregiudizi tipici riferiti ad un modello uomo?
I pregiudizi sono quelli soprattutto legati all’ immagine. Spesso siamo visti solo come manichini viventi, quando in realtà ciascuno di noi ha le proprie doti interiori.

Cosa ti auguri per il futuro? Ci sono progetti particolari che puoi già accennarci?
Nonostante l’età avanzi e le responsabilità aumentino, mi auguro di poter continuare i tantissimi progetti che ho in mente e che riguardano soprattutto la moda. Vorrei che la mia carriera da fotomodello mi permettesse di viaggiare sempre di più.

 

IMG-20190527-WA0068.jpg

 

Amante del fitness e della moda, laureato in Economia, dal suo IG possiamo vedere che si definisce “Stabilmente Irrequieto”. Aspetto dal sapore italiano, bellezza senza fiato, addominali da urlo, fisico scultoreo, ma ATTENZIONE! Guai a sottovalutare il suo animo apparentemente riflessivo, pieno di sfumature e dalla battuta pronta. Simpatia, una giusta visione degli obiettivi e tanta voglia di farsi strada. Lui stesso odia il concetto di modello visto come un semplice manichino vivente,a dimostrazione che dietro le “pose plastiche” c’è di più. Un bagaglio fatto di esperienze importanti, di soddisfazioni e progetti lungimiranti, in bocca al lupo Riccardo!