#Music IACOPO LIGORIO E BAND PRESENTANO IL NUOVO ALBUM

“Ma perché mi insulti su Facebook? Comprati una macchina” è il primo singolo estratto dal disco “Per l’amor del cielo”, il nuovo lavoro in studio del cantautore Iacopo Ligorio accompagnato dalla sua band.

 

unnamed

Ciao ragazzi benvenuti su One&Only! Com’è nasce il vostro progetto musicale?
Ciao a tutti i nostri lettori! Il nostro progetto nasce inizialmente da un’idea di Iacopo Ligorio, dalla sua esigenza di scrivere ed esibirsi con le sue canzoni. La coesione e la forza della band nel suonare dal vivo, nell’accompagnarlo e nello scrivere nuovi brani e lanciare nuove idee è stata tale da decidere di unirci e presentarci come la band
“Iacopo Ligorio & Le Canzoni Giuste”. Siamo molto contenti di quello che rappresenta per noi in questo momento la band.

Quali sono le vostre influenze?
Abbiamo tante influenze diverse all’interno della gruppo, spaziamo dalla musica cantautorale italiana, il rock americano anni ’70 e contemporaneo, fino ad arrivare al jazz. Se parliamo di ciò che influenza la composizione dei brani, sicuramente possiamo far riferimento ad artisti italiani come Caparezza ed Elio e le storie tese, tanto nei testi quanto nella musica. Per quanto riguarda la realizzazione degli arrangiamenti,
invece, si può dire che si sente inevitabilmente l’influenza di tutto ciò che è costituito dai nostri ascolti più importanti.

Il 24 Maggio uscirà il vostro album “Per l’amor del cielo”, potete anticiparci qualcosa?
Sarà un album molto divertente, i testi sono ironici e grotteschi, i brani a livello musicale sono molto vari e si muovono attraverso vari generi musicali. Abbiamo riversato nella composizione, nell’arrangiamento e nella produzione tutte le nostre forze ma sicuramente tutto il nostro entusiasmo e la voglia di comunicare
la nostra idea del mondo e del nostro stile, di far musica, certo, ma forse anche un po’ di vita…

Il vostro singolo è abbastanza crudo potremo dire, come mai nasce l’idea di un pezzo così geniale? (Domanda da fan, piena di stima)
Grazie per il geniale, ma forse al contrario ci sentiamo più demenziali! L’idea sicuramente nasce e si colloca all’interno di quello che è il profilo più ampio del concept album, ossia l’affrontare i temi della quotidianità in chiave molto ironica. La questione degli “haters” è sicuramente un grave problema che affligge l’umanità, ma noi l’abbiamo risolto con il consiglio che regala il brano: “smettiamo di insultarci su
Facebook, ma mettiamoci in macchina e sfoghiamoci insultandoci dall’interno dell’abitacolo, non si farà male nessuno (moralmente) e ci sentiremo meglio.

Vi vedreste sul palco di Sanremo? VI piacerebbe? Magari per portare un’ondata di aria fresca.
Sicuramente siamo molto legati a Sanremo, abbiamo partecipato diverse volte al contest che permette di accedere a Sanremo Giovani arrivando fino in finale, e speriamo prima o poi di raggiungere questo grande obiettivo. Con tutti gli aspetti positivi e negativi, il Festival rimane sempre un pilastro della musica italiana
che merita la sua attenzione.

Quali sono i vostri progetti futuri? (Oltre ad insegnarci come rispondere agli haters!)
Noi diamo solo consigli, non pretendiamo di insegnare niente a nessuno. Ci sarà anche chi li ascolterà, e probabilmente si renderà conto di quanto siano sbagliati…scherzi a parte, dopo l’uscita dell’album il nostro
obiettivo principale è quello di fare più concerti possibile, il palco è la nostra dimensione più importante e non vogliamo trascurarla. Poi, sicuramente penseremo al nuovo materiale in prospettiva di un album futuro.