#February Leonardo Scardigli è Il Modello Del Mese

Quando la bellezza incontra l’intraprendenza. 
Il Modello del Mese è….

 

IMG_20190218_164802.jpg

Nome: Leonardo
Cognome: Scardigli
Età: 21 anni
Altezza: 1.77
Perchè è il modello del mese? Il sorriso da ragazzo della porta accanto e l’attitudine del modello sicuro di sé. Quanto ci piacciono i giovani talenti intraprendenti?

IMG_20190218_164718.jpg

 

Benvenuto carissimo! Chi è Leonardo Scardigli? Quando ti sei avvicinato alla moda?
Ciao a tutti, che piacere essere qui! Sono un aspirante infermiere, ma ho sempre avuto una passione nascosta per la moda… Nascosta fino a quando non mi sono messo in testa l’idea seppur vaga e difficile di diventare un fotomodello. La mia fortuna o in molti casi sfortuna, è che sono un testardo, non mi do mai per vinto, sono un combattente. Non avevo mai avuto a che fare con il mondo della moda tranne forse per un’ occasione: la sfilata di gala della scuola dove vinsi il primo premio per il ragazzo più bello ma lasciamo perdere, eravamo in pochi

IMG_20190218_164741.jpgChi ti ha dato lo sprint per iniziare seriamente?
Questa estate ho conosciuto un fotografo che ora è diventato un mio grande amico,ecco lui è la persona da cui è partito tutto ciò. Abbiamo iniziato a scattare in un agriturismo,addentrandoci anche in posti vicini e quasi sconosciuti tipici dello spirito avventuriero che avevano entrambi. La seconda volta siamo stati a Firenze, in una bellissima ma altrettanta calda giornata di agosto. Gli scatti più belli li ho fatti li, vicino al Duomo e anche sul Ponte Vecchio. Potremo dire i classici scatti che una persona si fa quando visita Firenze, ma era più di un semplice scatto: per me era la mia prima esperienza di shooting all’aria aperta con una marea di persone che passeggiavano in centro e ti osservavano! All’ inizio è stato un po’ imbarazzante. poi ci ho fatto l’abitudine tanto da cambiarmi i vestiti di continuo davanti a tutti.

Invece, quando e come è nata la tua prima collaborazione in questo mondo così affascinante per te?
In ottobre è arrivato Noell, l’ho conosciuto e siamo entrati subito in sintonia forse anche per il mio carattere da simpaticone! A lui devo tanto perché mi ha fatto entrare in un mondo che non conoscevo,ma ne ero sempre stato affascinato. Penso che per realizzare le proprie ambizioni serva sopratutto un buon spirito di volontà e lo sfruttare i momenti giusti. In poco tempo, dallo scattare per questo mio amico, sono riuscito a sfilare in passerella due volte nello stesso anno: la prima per Noell alla sua sfilata #NMYNTOMYMIND e la seconda per Ana Cris.

Come definiresti il tuo stile? Quali sono le tue ispirazioni?
Per quanto riguarda il mio stile penso di simbolizzare bene lo “street”, l’ “urban” uno stile da ragazzo di città. Lo stile ad esempio di Stefano De Martino, il mio idolo, prendo quasi sempre spunto da lui per i vestiti. Ho però anche un debole per gli abiti eleganti, infatti cerco sempre di creare situazioni o eventi favorevoli per indossarli. Il marchio italiano che reputo più vicino ai miei gusti è senza alcun dubbio Dsquared2 , mentre per lo stile più elegante opto per uno degli stilisti nella top 5 del mondo: Giorgio Armani.

 

LeChoixSfilata.jpg

 

Bene, hai avuto sia esperienze sul set che in passerella. Quale preferisci?
Direi il set, anche se un mix sarebbe la cosa perfetta. Dal mio punto di vista ritengo che il set sia più espressivo per un fotomodello. Non sono semplici scatti fotografici, in quelle foto devi rappresentare qualcosa,esprimere l’obbiettivo o  l’argomento utilizzando solamente la propria espressione o il proprio viso /corpo. Ripeto, un mix sarebbe ideale perché anche la carica e l’emozione che hai nel momento in cui stai per andare a sfilare e sei lì dietro in camerino, mi fa amare ancora di più questo lavoro!

Domanda di rito: cosa ti aspetti dal futuro?
Sono ancora giovane per sapere cosa voglio dal futuro, in questo momento però mi sento sereno e felice perché sto portando a termine il mio obbiettivo di diventare infermiere. Dall’altra parte c’è la moda, che voglio portare avanti nel tempo cercando sempre di migliorare. Per finire voglio ringraziare te, Federica, per come mi ha accolto dalla prima volta che ci siamo incontrati e soprattutto per questa intervista, spero di aver trasmesso un po’ il mio carattere e il mio pensiero riguardo alla moda e aver lasciato un buon segno ai lettori di questo articolo!

 

IMG_20190218_164753.jpg

Leonardo ha catturato la mia attenzione dal primo momento che ho notato i suoi scatti sul suo IG, conquistandomi definitivamente una volta vista la sua attitudine in passerella. Oggi sembra quasi scontato parlare di stile streetwear, non nel suo caso dove è visibile quella marcia in più in uno stile dove è difficilissimo sapersi differenziare. Umiltà, ma senza quella modestia esagerata che sinceramente è solo sinonimo di falsità (trovatemi un modello che non si piace). Determinato, ma che fa della sua simpatia un punto di forza per farsi strada in maniera chiara. Insomma quanto ci piace Leo nei suoi scatti da bravo ragazzo dagli occhi incantatori? Soprattutto è l’esempio che un paio di occhi belli, uniti a tanta motivazione e talento, riescono ancora a farci ricordare che il modello non è solo un manichino pubblicitario che esibisce scatti suggestivi su Instagram, bensì una meravigliosa creatura facente parte del quadro di una collezione di uno stilista. Si Leo, per noi sei promosso a pieni a voti.