#VeronicaSorrentino Diario di un’ambiziosa sognatrice

Bella è stata la festa di fine anno dove sono stata invitata con le mie carissime amiche Federica, Francesca e Luiza.
I festeggiamenti per salutare l’ultimo giorno dell’anno e dare il benvenuto al primo sono stati grandiosi. Divertimento al Top.
Ma ovviamente non è finita li, all’alba sfinite ma strafelici siamo andate tutte a “dormire” a casa di Federica
Ahaha … anche li abbiamo fatto baldoria, abbiamo poi dormito qualche oretta per sfinimento.
Dopo esserci riprese e messe al mondo, la sera ci siamo ritrovate di nuovo, per un giro in centro a Pisa.
Le feste stavano finendo e la scuola stava ormai per ricominciare.
Ho ripreso anche i miei allenamenti di danza e in più ho iniziato a studiare hip hop. Questo stile mi diverte tantissimo e fa uscire fuori un lato di me che difficilmente mostro.
Insomma sono sempre impegnata e mi piace esserlo.
Il 9 gennaio si avvicinava, l’evento Pitti di Noèll Maggini era in piena organizzazione, ho avuto il piacere di vedere nascere alcuni capi , una cosa magica, da metri di stoffa, mani sapienti sono capaci di far nascere dei capolavori…mi sono incantata ancora di più a questa collezione che lui ha chiamato NMINTOMYMIND.
Il 9 gennaio è arrivato, aspettavo Alessio a casa, che si è unito a noi, per andare a Prato al “ Museo del Tessuto” , la location dove si è svolto tutto, un luogo molto originale per un evento moda.
A Prato faceva freddissimo, e a corsa ci siamo avviati al museo, che a mio avviso è molto suggestivo e interessante. Una location che Noell Maggini ha scelto con cura e raffinatezza.
Ero contenta di esserci, anche perché sapevo che avrei incontrato tutti i ragazzi e Federica, la mia Fashionblogger preferita.
Dopo aver salutato tutti con gioia, ci siamo immersi nei preparativi per la serata, dove tutto cominciava ad animarsi.. truccatrici, parrucchieri, i modelli le modelle.. Il backstage prendeva forma ed eravamo tantissimi.
In una stanza c’erano tutte le creazioni di Noè, i prestigiosi gioielli di Arti Orafe, le borse di Le Choix e gli occhiali di Dfuture di ottica Conti di Pisa di Rossella e Federica, prontissime per applicarci le lenti a contatto bianche, un must di tutta la sfilata che hanno reso i nostri sguardi molto più accattivanti e rendevano molto di più l’idea della collezione “NMINTOMYMIND”.
Diciamo che il tutto era un mix strepitoso.
Il backstage è la parte che trovo più interessante ed è molto affascinante perché poi si scherza, si ride, ci si conosce e si mangia pure qualcosina.
Tutti pronti con il trucco e i capelli, ci si va a vestire, gli ospiti cominciavano ad arrivare e in breve era tutto pieno.
Quando ci si veste, siamo tutti insieme e anche se lo trovo divertente, sale l’ansia, sopratutto perché siamo al finale, dove tutto il lavoro che c’è dietro ad una sfilata deve dare i suoi risultati, e noi modelli dobbiamo dare il massimo, perché i capi presentati diano al pubblico tutta l’anima dello stilista.
Pronti partenza via! Si entra, la musica a tema Rock inizia.
In passerella sono pochi minuti ma intensi, l’emozione è tanta e mi sento orgogliosa di indossare un abito di Noell Maggini a Pitti 95.
Quindi massima concentrazione, perché cerco di fare sempre del mio meglio per interpretare le creazioni che indosso nel rispetto dello stilista.
I flash dei fotografi cominciano a luccicare, applausi, visi compiaciuti e sorridenti, c’è soddisfazione da parte di tutti, tutti sono contenti.
Il finale della sfilata è impetuoso, scatti su scatti, si comincia a rilassarci e siamo tutti felici e come sempre è stata una bellissima esperienza.
Sfiniti e contenti il ritorno a casa è comunque dolce e pieno di ricordi ancora vivi.
Il resto del mese di gennaio sembrava non finire più, il freddo tagliente, il brutto tempo, non hanno contribuito a renderlo più scorrevole, ma io sono comunque contenta perché mi aspettano tantissime altre cose belle.
Un abbraccio e un bacio a tutti Veronica 😘❤