#NewFaces GIOVANI, COMPETITIVI E AMBIZIOSI: Francesco Paoli

Da due anni a questa parte ho conosciuto fiumi di persone. Gente innamorata della sua passione come fosse l’unica cosa per la quale vale la pena alzarsi la mattina. Quello che mi ha sorpreso è stato che la maggior parte di loro fossero minorenne o neo maggiorenni, questa cosa mi ha fatto sentire in difetto visto che trovato il coraggio di aprire un mio blog solo a 21 anni! Questo mese con noi un giovanissimo che ha catturato la mia attenzione per la sua bellezza e per lo stile inconfondibile: Francesco Paoli. 

 

IMG-20190111-WA0135.jpg

 

IMG-20190115-WA0027.jpgCiao Francesco benvenuto, cosa pensi della moda? Cos’è per te?
La moda in generale la vedo come un mondo fantastico, sicuramente molto selettivo ma
anche motivante. Essendo alle prime armi e avendo avendo avuto sempre una visione
dall’esterno aspetto a trarre conclusioni affrettate, comunque il primo impatto è stato molto positivo, ma sono consapevole che ho ancora molto da scoprire su cosa sia realmente. Per quanto riguarda me stesso la intendo come uno strumento di comunicazione importantissimo per la persona, capace di mostrare stati d’animo, debolezze, sicurezze, riesce ad esprimere ciò che non posso definire con le parole. Ho sempre un’ immagine fissa in testa di cosa sia la moda per me: i vari vestiti li immagino come i colori di un’artista che utilizza per dipingere il proprio quadro. Vi posso dire che le persone che mi stanno più vicine, possono sapere i miei stati d’animo dal modo in cui mi vesto, e penso che questa sia una cosa fantastica dovuto al rapporto che ho con la moda in relazione alla mia persona.

IMG-20190115-WA0018.jpgQuali sono state le tue collaborazioni fino ad oggi?
Per ora la mia prima collaborazione è stata con lo stilista pratese Noel Maggini, il quale voglio ringraziare per avermi dato la possibilità di sfilare a pittiuomo95. Spero in futuro di fare nuove conoscenze e collaborazioni, anche se la strada è ancora lunga, ma comunque resto ambizioso e pronto a coglierle.
Preferisci il set fotografico o la passerella?
Entrambi mi piacciono, però la sfilata in passerella ti da quell’adrenalina in più che ti fa
emozionare tantissimo. La prima volta che ci sali sopra è un emozione indescrivibile, ti carica un sacco, la consiglio di provare a chiunque ne avesse l’opportunità. Una cosa che mi ha stupito della prima volta che ho sfilato è il fatto di sentirmi completamente a mio agio, una cosa che raramente mi era capitata quando mi introduco in un ambiente nuovo, quindi lo interpreto come un segnale positivo per il futuro.

IMG-20190115-WA0025.jpgQuale brand rappresenta meglio il tuo stile?
In generale prediligo uno stile elegante, ma mi piace vestirmi anche in maniera più sportiva. Sinceramente non mi identifico in un brand specifico, ma ne ho vari che mi piacciono molto. Privilegiando i colori molto scuri come il blu e il nero, mi rivedo nello stile freddo e pacato di Neil Barret e Stone Island. Adoro le fantasie di Fendi e le varie maglie con le sue tipiche espressioni. Mi piace molto Kenzo, per le creatività artistiche espresse sui capi.
Cosa pensano i tuoi famigliari di questo percorso che hai indeciso di intraprendere?
Per adesso la mia famiglia mi ha sempre appoggiato su ogni cosa, condividendo e valutando le scelte insieme. Il percorso che ho deciso di intraprendere è condiviso su tutti gli aspetti anche perché credo che vedendomi felice di quello che faccio siano felici anche loro di conseguenza. Anche i miei amici sono molto contenti e curiosi, ne ringrazio in particolare alcuni per il loro supporto costante che mi spinge a migliorarmi giorno dopo giorno.
IMG-20190115-WA0032.jpg

Quali sono i tuoi progetti futuri?
I miei progetti futuri sono a dir poco infiniti essendo un ragazzo che mette al primo posto
l’ambizione e non si pone limiti, comunque spero di poter conoscere meglio il mondo della moda, il quale per ora mi sta togliendo molte soddisfazioni anche se sono solo agli inizi. Con il tempo mi piacerebbe approfondire anche il lato manageriale delle case di moda, capire i processi di branding e di marketing e chissà un giorno lavorare proprio in una di queste aziende e coronare uno dei miei sogni.