#Music Luca McMirti ci racconta di “Songs From The Rain”

“La mia è la storia di un outsider della musica. Una storia che racconto ogni volta che ho in mano una chitarra. Quando la batteria smette di tuonare e gli amplificatori si spengono.” 

Cosi si definisce l’artista che andiamo a conoscere meglio oggi. Luca McMirti ci racconta la sua musica e come nasce il suo ultimo progetto musicale.

21231334_1979307922313664_4307163037592357485_n.jpg

 

 

36445893_2138321703078951_1524334337741291520_n.jpg

Ciao Luca, che bello averti qui oggi! Conosciamoci meglio,Come definiresti il tuo genere musicale?
Un saluto a tutti i lettori e a te cara Fede! Le mie radici vengono dal blues, rock’n’ roll. Il disco di ora è di matrice folk-americana.

Come nasce l’idea dell’album “Songs From The Rain…”
E’ stato tutto casuale, dopo un periodo di chiusura con dei progetti annessi, ho deciso di riprendere in mano un progetto solista. Per misurarmi con me stesso, per mettermi in gioco ho deciso di far uscire questo disco. Naturalmente sono stato spinto molto anche dal mio produttore, che ringrazio soprattutto per il sostegno continuo.

Vista la tua esperienza e il tuo approccio profondo con la musica, secondo te cosa manca oggi nel panorama della musica italiana oggi?
Nel panorama della musica in generale forse credo manchi un po’ di curiosità, l’andare a ricercare qualcosa di alternativo da parte di chi ascolta! E’ cambiata la cultura, il modo di fare musica va al passo della società. Non saprei dire cosa manca di precisissimo, vedo però che non manca il coraggio di proporre e portare avanti progetti, ci sono sempre più persone che scelgono di mettersi in gioco.

Parlando di futuro, ci sono progetti dei quali puoi parlarci?
La musica mi accompagna e mi accompagnerà senza dubbio nel mio futuro e per sempre. Tra i progetti certi c’è quello di suonare dal vivo il più possibile. Qualche data live è stata già fatta, ma ce ne saranno altre e vi invito a consultarle sulla pagina FB “Luca McMirti Songbook”.