#PFW Gucci sceglie Parigi per il debutto della collezione Primavera-Estate 2019

Quanto ha fatto discutere la scelta del direttore creativo Alessandro Michele di mettere in stand-by la settimana della moda milanese per quella parigina? C’è da dire, però, che l’attesa ha dato i suoi frutti.

All’interno del teatro Le Palace nel cuore di Montmartre, Gucci ha portato in scena una delle collezioni più varie della storia. Lo stile sempre molto rivoluzionario, ha alternato colori forti a colori pastello, stili più delicati ed attitudini più calcate e tipicamente stravaganti.

Giacche in denim con stampe che ricordano gli idoli della musica come Dolly Parton, abiti che ricordano lo stile inconfondibile di Janis Joplin. Michele ha decisamente preso spunto dalla musica, lasciandosi trasportare dalle icone più sexy e “anti attitude” della Hall Of Fame del mondo della musica.

Il logo Gucci su borse e collant, cristalli in cascata, occhiali giganti; abiti con maxi maniche, lurex, denim e immancabili maxi dettagli in rouches. Incredibile come il genio creativo di Gucci riesca ad unire così tanto dando vita ad abiti tutt’altro che pacchiani, bensì ricchi e accattivanti.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.