#VeronicaSorrentino Diario di un’ambiziosa sognatrice

In realtà non mi sono mai svegliata domenica scorsa. Passai dalla notte di sabato sera alla mattina di Domenica in un lampo … non mi accorsi nemmeno di aver dormito, eravamo in viaggio per andare dalla Nonna, il dondolio della macchina favorisce il sonno, ma io non sono mai riuscita a dormire profondamente. Con le cuffie attaccate agli orecchi, ascoltavo la mia musica preferita, mentre il mio papà macinava km per arrivare a destinazione. Abbiamo fatto presto per fortuna, cominciavo ad avere fame e chiedevo continuamente quanto mancava,
Mamma mi rispondeva sempre “il tempo che ci vuole “ , ma cosa vuol dire ? Mah… a volte mi risponde in modo strano 😁.
Quel tratto di autostrada è pieno di gallerie, per passare il tempo le contavo e cercavo di immaginare quanto erano lunghe. L’autostrada dei Fiori , a proposito perché si chiama così ? Non lo so, forse perché in Liguria c’è la città di Sanremo ed è la città dei fiori chissà. Fatto sta si gode di un bel panorama, il mare è quasi sempre presente, si affaccia tra una galleria e l’altra o lo vedi per lunghi tratti. Bello, caratteristico e maestoso, cambiava spesso aspetto, a volte mi appariva argenteo, poi piano piano azzurro, era interessante guardarlo così dall’alto mentre cambiava scenario. I miei pensieri vagavano, da una cosa all’altra e poi mi addormentavo, ma poi mi veniva fame e mi svegliavo di nuovo. Ohi ohi, dai,dai, alla fine siamo arrivati. Quando ho visto il cartello che indicava che a breve ci sarebbe stato il confine di Stato con la città di Ventimiglia, ho avuto la certezza che avrei mangiato 😁.
Dall’uscita dell’autostrada ci aspettavano ancora 20km per salire su a Pigna, sono tantissimi per una morta di fame come lo ero io in quel momento 🙈
Però quel tragitto è molto bello, durante il percorso di tornanti, si gode della vista di bellissimi Borghi Medievali, uno fra i più belli
Dolceacqua, che vanta la Rocca di un antico castello, quello dei Doria.
Arrivati a Pigna, classico paesino dove tutti ti guardano e ti squadrano dalla testa ai piedi, anche se sono abituati ai turisti, li nella piccola piazzetta c’era la zia Consy ad aspettarci al bar principale.
Felice dopo averla salutata, ho pensato alla mia colazione 🤗, stavo decisamente meglio. Ci siamo goduti quella mattina, assaporando la calma che solo certi luoghi sanno dare. Osservavo il via vai dei ciclisti della domenica, arrivavano man mano, si fermavano al bar per riposarsi e per poi proseguire per andare più sù.
Il paesino prendeva vita sempre di più, in estate è frequentato da diversi turisti. Dopo la pausa relax, siamo passati da casa di zia, per salutare le cugine e i loro cuccioloni, Il Boxer Ciro e il Dogo Argentino Lady , proprio due bei bestioni.
Ci siamo poi avviati dalla Nonna. Che carina la mia nonnina, quando ci ha visto ci ha guardati sbalordita e poi piano piano ci ha riconosciuti, sorpresa e felice si è commossa e si è messa a piangere.
Ha fatto commuovere anche noi, piccola nonna, i vecchietti sono persone fragilissime. E pensare a come era forte, a quante volte mi ha cullata e nutrita, quante volte ha giocato con me. Ci vedevamo due, tre volte l’anno ma è stata una nonna sempre amorevole e ora vederla così mi inteneriva tantissimo ❤
Siamo stati fino a pranzo con lei, si rideva e si giocava, anche se qualche volta il suo sguardo era assente, ma noi eravamo lì a fargli compagnia. L’abbiamo lasciata più tardi per farla riposare. Nel pomeriggio mentre nonna si riposava un pochino, abbiamo raggiunto i boschi incantati, dove acqua fresca viene giù da cascate e si riversava in piscine naturali, l’acqua era freddissima, non sono riuscita ad entrarci oltre le gambe, brrrrrrr era ghiacciata. Ma stare lì è veramente incantevole, il regno delle libellule blu e della magia, come dice la mia mamma.
Più tardi siamo ritornati da nonna e siamo stati ancora li con lei. Purtroppo era arrivato il momento di salutarla, ci siamo rimessi in viaggio verso casa, un po’ malinconica sono sprofondata ancora in vecchi ricordi.
Il resto della settimana è stato molto allegro e vivace nella mia vita sono entrare nuove amicizie, di questo sono proprio contenta, perché mi fa capire che sono una persona molto socievole e di compagnia.
Venerdi avevo una sfilata di abiti di Alta Moda, in un rinomato stabilimento balneare di Tirrenia. Simona Valori, è fra le stiliste che prediligo, crea degli abiti meravigliosi, abiti come quelli ti fanno sentire una regina, ne ho indossati quattro uno più bello dell’altro, modelli unici e preziosi.
Dopo la meravigliosa sfilata, sono rimasta un po’ in spiaggia con i miei amici, a guardare le stelle cadenti nella mitica notte di
San Lorenzo, ma non ne ho avvistata nemmeno una, peccato avrei espresso volentieri qualche desiderio, anche se devo dire che in questo periodo sto bene anche così 😍.
I desideri sono tanti e quelli che ho ci credo, prima o poi si realizzeranno😉
Il mio fine settimana si è concluso alla grande, un piccolo desiderio si è realizzato.
Un desiderio molto modesto, grazie a mamma e al mio papà, ora quando vado al mare ho un posticino tutto mio una piccola cabina in un attrezzatissimo stabilimento balneare, banale? No per me no, per me è importante, ogni piccola cosa che mi rende felice lo è. 😃 quindi…
Auguro una Buona Domenica a tutti 😘
Veronica ❤