#NEWFACES GIOVANI, AMBIZIOSI E COMPETITIVI: Michelangelo Striatto

18620380_969882936487950_6730680284456475545_nDa un anno a questa parte ho conosciuto fiumi di persone. Gente innamorata della sua passione come fosse l’unica cosa per la quale vale la pena alzarsi la mattina. Quello che mi ha sorpreso è stato che la maggior parte di loro fossero minorenne o neo maggiorenni, questa cosa mi ha fatto sentire in difetto visto che trovato il coraggio di aprire un mio blog solo a 21 anni!
Questo mese con noi un giovanissimo che ho avuto modo di conoscere in un momento di relax fiorentino e che ci ha riservato una bella sorpresa durante il #NMHeavenly: Michelangelo Striatto. Occhi di ghiaccio, giovanissimo e con la giusta carica. Come ogni #NewFaces c’è stato qualcosa che mi ha spinto a conoscerlo meglio, nel suo caso posso dire che la curiosità e la voglia di buttarsi a tutto tondo in una nuova esperienza mi hanno catturato. All’umiltà si è aggiunta quel pizzico di ingenuità unita alla furbizia tipica dei giovanissimi, dalla serie ” voglio farcela e sto imparando ad arrivarci senza tanti giri.”

 

_MG_7737

 

Ciao Michelangelo, questo mese tocca a te farti conoscere! Quando hai iniziato ad aprirti a questo mondo?
Ciao Fede, ho deciso da pochissimo tempo nonostante questo mondo mi ha sempre attratto. Ho sempre pensato di non avere le carte in regola, poi un giorno mi sono deciso e ho iniziato a cercare i primi contatti.

E come sei arrivato al tuo primo contatto?
Un giro di voci tra amici, mi parlavano tanto di uno stilista toscano e fin da subito mi sono rispecchiato nel suo stile. Così ho conosciuto Noèll e abbiamo iniziato a scattare subito.

Quali sono le qualità che secondo te un modello deve portare sempre con sè?
L’umiltà per me è fondamentale, puoi riuscire a migliorarti sempre di più se non perdi questa qualità. La sicurezza serve è normale, però a volte farne un abuso è esagerato e si rischia di commettere degli errori che ti faranno poi fare un passo indietro.

In quanto millenials, quale brand senti più al passo con te?
Io vado pazzo per “County of Milan”, o meglio, per Marcelo Burlon! Sportivo ed elegante allo stesso tempo.

Il marchio con il quale vorresti collaborare, invece, qual è? Oltre a quello della casa di moda Burlon.
Sinceramente non te lo so dire, ora come ora me ne verrebbero in mente troppi! Se devo dirne uno a caldo direi Ferragamo.

Hai avuto modo sia di sfilare che di scattare su un set. Per ora, quale hai preferito?
Senza dubbio la passerella, è un’emozione troppo forte e rara!

Sei giovanissimo, ma devi sapere che qui abbiamo una domanda di rito! Come ti vedi tra 10 anni?
Spero di poter elevare il mio stile di vita lavorando per la moda. La sfilata mi ha dato modo di confermare che la mia non  è solo una passione, ma un progetto sul quale voglio migliorarmi e investire tutte le mie forze.