#July Il Modello Del Mese è Alberto Casalini

Intrigante, bohémien, versatile
Il Modello Del Mese è…

 

 

 

Nome: Alberto 
Cognome: Casalini
Età:
 22 Anni

Altezza: 1.86 m
Perchè è il modello del mese?
Non basterebbe una vita per descrivere i motivi che ti spingono ad interessarti ad uno come lui. Un mix di eleganza, curiosità e carisma. 

 

25550525_2010575772513359_4125867182259562274_n.jpg

 

Ciao Alberto, benvenuto su One&Only! Qual è il tuo concetto di moda?
Ciao Fede, che piacere! Per me la moda è una vera e propria vi di comunicazione, perfetta per esprimersi attraverso l’immagine, una vera e propria arte che conquista anima e cuore. E’ un campo vago che spesso potrebbe essere mal gestito, ma se preso con la sua vera identità regala tanto e non solo a livello di esperienza.

23826015_1415110858606323_2965622676478301621_o.jpgDi te è impossibile non notare la compostezza e la cura che hai nel look…
Beh, diciamo che oggi ho il tipico look da universitario in attesa dell sessione estiva [ride] quindi non penso che sarò preso così sul serio! Ammetto che ho un occhio di riguardo per il bel vestire. Non mi piace incatenarmi ad una sola tipologia di look, però diciamo che quello del bohémien forse mi rappresenta, se proprio dovessi citare un target. La moda è talmente ricca di stili in continua evoluzione, ma bisogna avere sempre un pizzico di personalità e una cura del dettaglio propria. Per esempio a me piace esagerare, sono molto da look stile “MetGala” e non nego che uno dei dettagli che non farei mancare nella mia immagine è quel pizzico di matita nera per contornare leggermente gli occhi.

Oltre alla moda hai altre passioni? Ti dedichi a qualcos’altro?
Studio Psicologia, ma non tanto per il lavoro in sé, quanto per la curiosità che la materia stessa mi trasmette. Avevo provato diverse università, come saprete sono veronese, ma il destino mi ha fatto approdare a Firenze. Felicissimo di questa piega presa, visto che sono un appassionato di scrittura, arte e poesia.

Ricapitolando: studi psicologia, vieni da Verona, sei appassionato di scienze umanistiche. Come ci sei finito su un set fotografico a Firenze?
Me lo chiedo anche io a volte, il destino fa dei giri immensi a volte. Guarda sarei bugiardo a dirti che è una cosa che è capitata del tutto per caso, perché in me c’è sempre stata quel pizzico di “voglia da set fotografico”. Ho iniziato a collaborare con un mio amico fotografo, Simone Bini, facendo degli scatti poi pubblicati sui miei social. Da quel momento ho avuto modo di mettermi in contatto con Noèll Maggini e da li è stato un crescendo.

Screenshot_20180627-170447A proposito di Noèll, sei stato uno dei volti della sua campagna #NMHevenly!
Eh si, ripeto è stato tutto molto veloce, un giorno ero a scattare e a postare su Instagram e il giorno dopo ero ad una sfilata con il team di Noèll! Ho amato il suo principio di purezza fondato sul concetto di Etereo dal primo momento che me lo ha esposto. Devo dire che è stato strano scattare con un fotografo che non fosse Simone (grazie a Leonardo Casalini che mi ha messo subito a mio agio però!), ma poi è stato relativamente facile. Non nego che sfilare sia stato più complicato all’inizio e so che devo migliorare, ma alla fine quel tipo di esperienza mi ha dato un sapore diverso del concetto di emozione.

Quali sono le caratteristiche che secondo te ti rendono attraente agli occhi di chi guarda?
Potrei dirti che sono una persona super umile, che in realtà in parte è vero, ma devo ammettere che io stesso mi piaccio tanto e penso di trasmettere questa giusta sicurezza. Sono un tipo molto alla mano, magari un po’ dall’aria cupa all’inizio, ma basta farmi entrare nel giro per vedere che sono molto alla mano. Comunque si, il mio “piacermi” quanto basta credo sia un gran punto forte, oltre all’altezza e ai tratti del viso.

Sei molto giovane, ma con le idee chiare da quanto ho potuto constatare.
Come ti vedi tra 10 anni?

Non mi piace fare progetti, sono uno che vive molto alla giornata. Magari tra 10 anni sarò sulla Luna e non mi piacerà più quello che ho fatto fino ad ora.

Possiamo dire, però, che tra i tuoi progetti futuri c’è ancora la moda?
Per ora certo che si, voglio continuare le mie collaborazioni, valutare le proposte ricevute e puntare in alto.

 

15726299_1112215462229199_8129713237414947083_n

 

Alberto è una valanga di emozioni, un vortice di interessi, un piacere per gli occhi e la mente. Toglietevi l’idea del modello tutto palestra e shooting! Alberto non lascia nulla al caso, tutto ciò che fa è il frutto di un desiderio pensato e collegato a tutti i milioni di sfaccettature della sua anima, ma guai a dirgli di progettare troppo il futuro. E’ il tipico bohémien, stile da vendere e parlantina che rapisce, ma non c’è definizione capace di rendere onore al mondo che può regalarti. Molto fotogenico, ci ha rapito per alcuni tratti del viso calcati e il capello alla Johnny Depp. Una cosa è certa, è impossibile non lasciarsi catturare dai suoi scatti e dal suo modo intrigante di posare.