#VeronicaSorrentino Diario di un’ambiziosa sognatrice

O mamma !!! Che caos domenica scorsa, ma era inevitabile, prima o poi mi doveva succedere, anche se ci sto attenta porto sempre a termine i miei impegni. Ne ho talmente tanti, ma mi piace averne, si sà sono un tipo molto dinamico e attivo. Comunque ho “toppato” perché ho fatto le ore piccole per quasi tutta la settimana. Domenica scorsa dovevo andare alle prove di danza e non ho fatto in tempo, con mio grande dispiacere e rammarico. Dopo la notte trascorsa a festeggiare il matrimonio di una persona a me carissima, ho avuto il crollo, ho dormito, caput, ero in coma profondo,
È stato un festeggiamento Megagalattico, penso che una festa così sia esclusiva di pochi, molto originale completamente fuori… come si dice ?? Aspetta, aspetta mi faccio suggerire la parola appropriata così la imparo 😉…eccomi😁 “fuori dagli stereotipi” cioè in parole più pratiche indimenticabile 😍
Mamma era in turno di mattina e quindi lei non c’era, perché sono sicura che se era a casa avrei avuto il suo aiuto. Ho messo la sveglia, ma essendo tornata all’alba, le ore che mi ero concessa per dormire erano veramente poche. Quindi io incosciente al trillo incessante delle 9,00, ho allungato la mano e l’ho spenta, il cervello non ha realizzato che suonava e mi chiamava per andare ad Artemix, mi sono addormentata di nuovo. Ma non è stato un sonno profondo e rilassato, sentivo un disagio, ero agitata ma il sonno aveva la meglio continuava a inondarmi, e mi costringeva a stare con gli occhi chiusi, il disagio continuava a tormentarmi nel sonno sono andata avanti così per più di un ora, e alle 10,30 sono schizzata su nel letto. Ho realizzato che era tardissimo e che alle 10,00 dovevo essere da Silvia, mi aspettavano per le prove, in panico ho cominciato a chiamare le mie compagne che non rispondevano, ho chiamato anche mamna a lavoro non sapevo che fare, ero disperata. Alla fine in fretta e furia mi sono preparata, ma sempre con il cell attivo, con il quale cercavo le mie compagne, ma niente non mi rispondevano e questo mi faceva pensare che proprio il mio gruppo era impegnato con le prove. La disperazione mi aveva invaso. Ho deciso comunque di raggiungere il gruppo e sono uscita, mentre ero per la strada mi ha chiamata una compagna che mi ha detto che ormai avevano finito. Mi è dispiaciuto tantissimo non esserci, per me, per il gruppo e per Silvia. La prossima volta devo stare più attenta e non farlo capitare più. A quel punto ero fuori con il mio papà ci siamo fermati a fare colazione in una rinomata pasticceria della zona, sono poi tornata a casa e mi sono “fittonata” di nuovo nel letto, e mi sono concessa ancora delle ore di sonno, ne avevo bisogno. C’era il mare in programma ma non ci sono andata, dovevo scaricare la stanchezza di tutta la settimana, che è stata molto intensa, bella e indimenticabile. Dopo la mia giornata casalinga dedicata al riposo, la sera ho dato una svolta, mi sono trovata a Pisa con i miei amici, i lungarni sono sempre affascinanti, c’è sempre tanta gente i locali pieni e un brusio di voci felici. Ho passato una bella serata. La settimana è stata un alternarsi di allenamenti la mattina ginnastica artistica e la sera danza si avvicinano i tanto attesi spettacoli in teatro con Artemix con le Coreografie di Silvia Mugnai e quelli con le coreografie di Damiano Bisozzi.
È stata una bella settimana ricca di lavoro, e sport. Ho avuto modo di fare anche un po’ di shopping con mamma, che mi ha regalato qualche costume nuovo e qualche capo molto molto originale.
Venerdì c’è stata l’esibizione di ginnastica per salutare l’anno appena concluso, ma gli allenamenti continueranno. Lo sport non va in vacanza. Anche se una pausa in famiglia quest’anno c’è la prendiamo per andare in vacanza, la Spagna si materializza sempre di più. È una metà che ho scelto io. Comunque per le esibizioni acrobatiche di ginnastica, Marco ci ha studiato tre coreografie sulle note di film fantascientifici,
è stato grandioso, si è fatto ancora tardissimo. Quindi casa letto e dormire 😴, tutte le cose che faccio, le faccio con piacere, mi danno sempre un sacco di emozioni, mai e mai bisognerebbe fare qualcosa se non ti piace, è frustrante, ti fa sentire in gabbia, ti chiude il cuore. Ma spesso certe cose non puoi evitarle, a volte si è costretti dalle circostanze, ed è veramente brutto non avere scelta. Poter scegliere, e scegliere ciò che si desidera e che si ritiene giusto, ritengo che sia veramente una fortuna. Il mare sabato sembrava mi aspettasse , sono andata a casa di Alessio, Alessio Grigoletto, i miei due più cari amici si chiamano Alessio. A volte ci sono delle coincidenze strane, mi piace pensare che possano essere misteriose.
Con Alessio ci siamo visti dopo colazione e insieme siamo andati con la sua moto al mare a Tirrenia, dove ad aspettarci c’erano gli altri del gruppo. Il mare era di un azzurro intenso calmo e tirava un bel venticello, siamo stati proprio bene.
Verso il tramonto siamo tornati a casa con il Sole addosso, il tempo di fare una bella doccia rinfrescante, mi sono preparata per uscire. La sera ci siamo ritrovati per andare a ballare in un locale sulla costa di Marina di Pisa. Mi piace andare in discoteca è un modo per liberarsi e scaricarsi dalle tensioni, anche se io ho già la danza per questo,
ma stare con gli amici anche in queste occasioni è proprio liberatorio.
Al ritorno non sono andata a casa, Francesca mi ha invitato a dormire a casa sua, ma la sveglia è puntata sulle 9,00, ho la levataccia, ci sono le prove di danza e questa volta non le perdo, perché la prossima settimana si portano in scena le coreografie in teatro, abbiamo due date, il 27 al Teatro Politeama Cascina e il 30 al teatro di Fauglia saranno due spettacoli diversi molto accattivanti. Ma magari questo ve lo racconterò la prossima volta.
Buona domenica a tutti 🤗
Ma prima di andare alle prove, vado a fare colazione … ho fame 😉
Un bacio Veronica 😘