#VeronicaSorrentino Diario di un’ambiziosa sognatrice

Ero completamente immersa nell’acqua, nuotavo felice, davanti ai miei occhi appannati dall’acqua, un immensa distesa blu. Mi giravano intorno pescetti colorati, ad un certo punto un Delfino mi è venuto incontro, con il suo muso simpatico, mi ha salutato, per qualche minuto abbiamo giocato insieme, mi sono aggrappata alla sua pinna e mi ha portata lontano, veloce, e mentre l’acqua scivolava su di me nella corsa verso l’immenso, ho sentito una musica, più andavamo lontano, più la musica insisteva, fino a quando si è fatta veramente antipatica, perché mi ha svegliata e mi ha reso il viaggio con il Delfino impossible. A quel punto mi sono resa conto che stavo sognando e che la sveglia del mio cellluare mi avvertiva che mi dovevo alzare. Erano le 9,00. Alle 10,00 dovevo essere da Silvia presso Artemix, per continuare le prove dei prossimi balletti che dobbiamo presentare. Al ritmo di 5,6,7,,8 abbiamo passato due ore intense e produttive, le nostre performance verranno bellissime. Mentre ero da Silvia per queste prove, mamma è andata a trovare una sua amica li vicino, a me fa tanto piacere che si prenda qualche ora per lei, anzi mi piacerebbe che avesse più tempo da dedicarsi, ma tra il lavoro e tanti impegni che gli procuro io, di tempo ne ha veramente poco. Quindi quella mattina era lì a casa dell’amica per un caffè e due chiacchiere, nel mentre aspettava per venire a prendermi. Erano le 12.00, avevo finito ho salutato le mie compagne e sono andata fuori ad aspettarla, ma dopo dieci minuti non la vedevo arrivare, mi sono preoccupata allora l’ho chiamata … per fortuna mi ha risposto cancellando le mie preoccupazioni, “mamma ciao io sono pronta vieni a prendermi ? “ , Era ancora dalla sua amica e non si era accorta che il tempo era passato e doveva venire a riprendermi, mi sono messa a ridere 😂. Lei trafelata mi ha risposto ‘Maremma arrivo subito “. È partita come sempre senza stancarsi ed è venuta da me in 5 minuti. La mamma è sempre la mamma, tutte le mamme del mondo hanno qualcosa di speciale, anche se a volte qualcuna non lo è ma quelli sono casi particolari, ma la mia è una di quelle mamme super speciali mi ritengo fortunata. Litighiamo spesso, ma ci vogliamo tanto bene. “ I love you Mamy”.❤
Arrivata a casa mi sono docciata e nel mentre aspettavo il pranzo ho studiato un po’. Ha cucinato il mio fratellone Alex, niente di particolare ma ha fatto una pastasciutta con un sugo saporitissimo. Il dopo pranzo è stato molto interessante è venuta Giustina, un altra cara amica di mamma e insieme siamo andate a Prato. Siamo state prima in un posto, da una persona speciale, Noell Maggini. Devo dire che è una persona che mi affascina sempre di più. Siamo state accolte nel suo laboratorio, anche se era in ordine, in giro ho notato vestiti, stoffa, disegni, foto di modelli che ho conosciuto. Un mondo dove lui lavora e crea i suoi abiti meravigliosi, ammiravo e riflettevo che mi ritenevo fortunata ad essere lì. Noè per me è sempre avvolto da un alone di magia, l’ho notato la prima volta, è così è sempre stato, non è un effetto che da solo a me, anche mamma dice le stesse cose, quindi è vero, non è solo una mia impressione e poi comunque è dia una simpatia travolgente. È veramente un piacere per me averlo conosciuto. Dopo averlo salutato, siamo andate al centro commerciale i Gigli, lì ci siamo date tutte e tre alla pazzia gioia con lo shopping. Abbiamo portato a casa tanti sacchetti, che gioia immensa 😃. Siamo tornate a casa per l’ora di cena, ho trovato ad aspettarmi Alessio Grigoletto e dopo essermi rinfrescata, ho indossato alcuni capi nuovi che ho acquistato ai Gigli. Insieme ad Alessio siamo andati in centro a Cascina per passare la serata con tutti gli altri amici, ci siamo divertiti tantissimo al LunaPark, ma non ho fatto tardi, per non svegliarmi stanca per la scuola che è agli sgoccioli, non voglio trascurarla nemneno negli ultimi giorni. Purtroppo non sempre tutto fila liscio, ultimamente sto avendo seri problemi da sportiva, mi trascino un dolore che spesso mi invalida e ho cominciato la settimana con questa preoccupazione. Certo il dolore è insopportabile, ma tengo soprattutto a portare avanti i miei impegni sportivi, per i quali lavoro intensamente tutti i giorni, quindi mi sono preoccupata e sono stata tanto in ansia anche per questo.
Mamma come al solito si è attivata subito per vedere come fare a risolvermi questo problema che mi assilla nella zona lombare, siamo stati in un centro di fisioterapia sportiva, e in due giorni mi ha vista un fisioterapista e un fisiatra. È saltato fuori che ho problemi al muscolo “Psoas” detto anche “muscolo dell’anima” , questa definizione mi ha affascinata, anche se questo muscolo mi fa male e mi impedisce alcuni movimenti. Quindi tra tutti si sono dati da fare per rimettermi un po’ in sesto, anche se il fisioterapista dopo il trattamento avrebbe preferito che io riposassi, ma venerdì dovevo partire per Cattolica per fare il campionato di Ginnastica. Anche se questo non è stato sempre il mio Sport, non mi aspetto chissà che, ma ci tenevo a farlo e dovevo andarci. Quindi messa parzialmente in forma dalle mani fatate del fisioterapista giovedì sera, venerdì mattina siamo partite con Il mio allenatore Marco e le mie compagne Aurora, Emily, e Anna. È stato un viaggio lungo e intenso, soprattutto di traffico stradale, ma anche di risate, alla fine siamo arrivate sane e salve. Dopo aver preso possesso della stanza in albergo che affacciava direttamente sul mare, ci siamo infilate il costume e siamo scese al mare. Che Bello che è stato. Ad una certa ora ci siamo preparate e siamo andate al palazzetto, alle 18 avevo il prova gara. “Dai Veronica “ mi sono detta “stringi i denti, fai qualcosa, sei arrivata fino a qui non mollare provaci “ con l’ansia a duemila e il dolore sono andata in gara, speravo di levarmela subito, invece l’organizzazione era terribilmente in ritardo, in campo gara sono entrata alle 21,00. Mamma mia l’ansia mi attanagliava sempre di più, ma soprattutto per la mia situazione, non vedevo l’ora di finire ero lì e non dovevo mollare. Inizio gara, indovinate un po’ ? Sorteggiato l’attrezzo, e cosa esce per primo? La trave😩, e chi apre per prima ? Io ovviamente. Cavoli c’è l’ha con me la Trave, sa che la odio e quindi me la fa pagare, non andiamo proprio d’accordo, ma come sempre l’affronto lo stesso, e così sono andata, ed è andata male 😁 … il corpo libero abbastanza bene e il volteggio così è così non potevo spingere per via dello “Psoas.”
Ma sapete cosa vi dico ? Che anche se mi dispiace lo stesso di non essere riuscita a fare ciò per cui mi sono preparata, dopo un po’ di delusione mi sono detta, “d’altronde ho intrapreso uno sport completamente diverso da quello che facevo e devo ritenermi comunque soddisfatta” me lo dice sempre anche Marco, non è facile fare certi cambiamenti e non è da tutti. Quindi niente sono contenta, alla fine ancora più contenta per le mie compagne che sono salite sul podio e per quelle che sono arrivate vicine, e anche per me, per il mio nono posto a corpo libero 🤗. Anche se sabato sono stata ancora al palazzetto per tifare le mie compagne ancora in gara, è stato un giorno all’insegna del divertimento e della felicità con Aurora, Emily, Anna Federica e Marco. Nel pomeriggio è arrivata anche lei Federica del mio ❤, ha fatto una bella gara ed è arrivata terza. Oh come sono felice 😍. Anche se lo “Psoas” non molla, ma dalla prossima settimana lo “sistemiamo” io e la fisioterapista💪🏼.
Intanto passo un bel sabato sera qui a Cattolica con le mie compagne di ginnastica e il mio allenatore Marco, la serata sulla riviera Romagnola ci aspetta.

Wow ragazzi che sabato sera, poi vi immaginate che Nottatina anche in albergo ? Eravamo tutte insieme nella solita stanza è il caso di dire “che notte da pazzi 😁”
Oggi domenica c’è un altra gara per l’ultima atleta della nostra società, Cristal. Però purtroppo si rientra in serata e dobbiamo lasciare questo paese dei balocchi . Devo essere sincera traendo le mie conclusioni, anche se non sono stata al massimo, devo dire che è stata tutto sommato una bella esperienza, che porterò con me, nei miei ricordi per tutta la vita. Essere poliedriche ha tanti vantaggi, non ci si annoia mai e si fanno tantissime esperienze, conoscenze e si imparano tante cose in più. Quindi Buona domenica a tutti soprattutto ai noiosi e a chi non vede oltre ! 😉😘