L’incanto di un’emozione

30227011_1883756305033077_4637716436523941888_n

Davide Tosello è un cantautore che è uscito a breve con il suo ultimo singolo intitolato “Incanto” estratto dall’album “cinque secondi” dell’autore. Oggi scopriremo meglio il suo mondo artistico e quello che lui vuole esprimere attraverso la sua musica.

D: Come nasce la tua passione per la musica?
R: La mia passione per la musica nasce sin da bambino, sono cresciuta con musica in casa. Mamma era solita mettere in casa dischi in vinile che passavano da Ivan Graziani ai Beatles e da lì ho iniziato da ascoltatore di emulare queste musiche. Ho iniziato quindi a studiare canto, chitarra e pianoforte.

D: Come definiresti la tua musica a chi non la conosce?
R: La descriverei con tre aggettivi: evocativa, immediata e semplice.

D: Raccontaci di “Cinque secondi”, il tuo ultimo album. Cosa ci dobbiamo aspettare da questo lavoro? Qual è il genere di musica principale presente all’interno e i temi riscontrabili?
R: In “Cinque secondi”, c’è la mia svolta musicale. Lo definisco un disco innovativo per il mio genere, racconta delle storie, è quasi un concept album perché va a trattare delle tematiche riscontrabili nella vita di tutti i giorni, ma soprattutto parla d’amore, sottolineando nelle tracce fragilità, debolezze e passioni. L’ascoltatore si può aspettare un disco sperimentale, ci sono suoni elettronici che vanno in contrasto con lo stile cantautorale italiano.

D: Qual è la differenza secondo te che c’è tra questo tuo ultimo progetto e i tuoi lavori precedenti?
R: Rispetto agli altri lavori sicuramente l’abbandono dell’elettrico, sono passato ad un disco pop alternativo, con strumento principale il pianoforte. Ho cercato di tirare fuori un lavoro sperimentale e nuovo non utilizzando gli stessi strumenti.

D: Il singolo estratto dal tuo ultimo album si intitola “Incanto”, raccontacelo un po’
R: “Incanto” è stata la prima canzone ad essere registrata in studio. Nasce prima il ritornello di questa canzone, e poi le strofe; inizialmente non eravamo sicuri di far uscire questo brano come primo poi io e il mio produttore Simone Riva abbiamo voluto osare prendendoci la responsabilità di far uscire un singolo diverso. Racconta di un amore tra due persone che è volto al termine, e tutto l’incanto iniziale è svanito riducendosi ad un rapporto fisico.

D: Quali sono i tuoi futuri progetti?
R: I miei futuri progetti sono quello di far sentire la mia musica in ogni dove, di farmi conoscere portando il disco al di fuori della mia regione, esprimendo a pieno la mia arte. Penso sia fondamentale dare spazio agli artisti emergenti.

 

13321703_1231796696831372_1780537273554480261_nManuela Ratti nasce il 1 settembre a Bari nel 1994. E’ appassionata di scrittura e musica, e le piace trasportare queste emozionali trasformandole in qualcosa di condivisibile, sperando di poter donare un emozione o una bella sensazione a chi la legge

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...