La musica è contrasto

31964255_10156432967967560_1141980659535839232_n

 

I Downflyers sono una band punk/rock fatta di contrasti musicali, che donano un particolare tocco al loro sound. Questo contrasto è presente anche all’interno del loro ultimo progetto discografico nel quale i temi principali sono: il rumore e il silenzio; due temi apparentemente opposti ma che attraverso il loro lavoro riescono a trovare una perfetta fusione.

D: Come nasce il vostro progetto di Downflyers?

R: L’esperienza è stata la stessa per tutti noi:nel momento in cui abbiamo cominciato da ragazzini ad avvicinarci alla musica abbiamo sentito subito il bisogno di non fermarci all’ascolto, ma di diventare parte attiva di quel mondo. Inizialmente ognuno per nostro conto, abbiamo poi avuto la fortuna di trovarci l’un l’altro e di scoprire che ci completavamo come pezzi di un puzzle. Il risultato è un manifesto carico di voglia di spaccare il mondo misto a sanissima stupidità e necessità di fare sentire a tutti il nostro cuore. Per questo abbiamo sin da subito cominciato a scrivere pezzi nostri, limitando al massimo le cover.

D: Qual è la musica che vi ha ispirato o che ascoltavate?

R: Ognuno di noi ha influenze comuni (Blink-182, Linkin Park, Fall Out Boy,My Chemical Romance…) e tremendamente diverse (Guns n’Roses, Ska-P, Foo Fighters, Macklemore). Ci piace pensare che indipendentemente dal genere ognuno degli artisti che ascoltiamo ci dia qualcosa per diventare musicisti migliori. E facciamo quasi a gara per trovare “nuove scoperte”

D: Raccontateci di “Frequency”. Cosa è stato d’ispirazione per la creazione di questo album? Il tema principale è il contrasto tra silenzio e suono. Come mai la scelta di questo tema^

R: Dopo un paio di EP composti da pezzi che raccontavano per lo più nostre esperienze personali, ci siamo trovati d’accordo sul provare la strada del concept, ispirati da alcuni degli album che ci hanno segnato (American Idiot, The Black Parade, Danger Days, A Thousand Suns…).  Raccolte alcune idee, l’ipotetica battaglia tra Silenzio e Suono ci ha preso sin da subito, avendo parecchi spunti che la avrebbero potuta arricchire e impreziosire. Avere inoltre un filo conduttore ci ha aiutato parecchio nella stesura delle singole tracce.

Bleeding skies è il primo singolo estratto da questo album. Parlatecene meglio, come mai avete scelto questa canzone come primo estratto?

Innanzi tutto ogni traccia dell’album ci piace davvero molto per motivi diversi. Sebbene questo ci abbia messo in difficoltà nella scelta, onestamente la carica emotiva e strumentale di Bleeding Skies ci ha tolto ogni dubbio. Inoltre è una traccia molto varia, che ha elementi in grado a nostro parere di piacere a più ascoltatori (chitarre pesanti, una seconda strofa molto armonica, l’elettronica di contorno, un bridge “coinvolgente”)

Quali sono i vostri futuri progetti?

Ovviamente la promozione dell’album interesserà il futuro a breve-medio termine della band. Ci riferiamo alla preparazione quindi delle prossime date e all’esperimento (per la prima volta) di imbastire anche set acustici. Non escludiamo inoltre la possibilità di estrarre un secondo singolo accompagnandolo da un nuovo video.

Per quanto concerne la scrittura di nuovo materiale, l’obbiettivo sarà sempre quello di cercare di  aggiungere qualcosa di nuovo e di diverso rispetto ai lavori precedenti.

 

13321703_1231796696831372_1780537273554480261_nManuela Ratti nasce il 1 settembre a Bari nel 1994. E’ appassionata di scrittura e musica, e le piace trasportare queste emozionali trasformandole in qualcosa di condivisibile, sperando di poter donare un emozione o una bella sensazione a chi la legge

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...