#VeronicaSorrentino Diario di un’ambiziosa sognatrice

È domenica 15 Aprile, la sveglia suona alle 5.00. Ieri sera non riuscivo a prendere sonno , un rigirarsi continuo nel letto, meno male che il mio letto è grande un matrimoniale tutto per me , una meraviglia è in ferro battuto a baldacchino con tende di pizzo fruscianti bianche , l’adoro.
Insomma mi sono alzata con tanta euforia ed è stato tutto un corri corri per la casa, colazione,lavarsi, prepararsi non scordarti niente , mamma che ogni tanto urlava “muovitiiiiii è tardi!!!!” Mio Dio quando fa così e lo fa tutte le volte mi mette più ansia , e quando si pensava di essere pronte si stava per uscire eravamo stranamente in anticipo apro la porta e Nina la mia gatta scappa fuori. Che disperazione non si faceva prendere, alla fine l’abbiamo ci siamo riuscite, ma abbiamo perso i nostri minuti di anticipo e allora via a corsa che ci aspettavano le mie due compagne di danza Laura e Sara Sassi con la mamma che ci accompagnava alla stazione, siamo arrivate in tempo per il treno diretto a Roma puntuale alle 7,10 ci siamo accomodate nei nostri posticini prenotati e via verso la capitale con il cuore carico di emozioni. Ecco le emozioni proprio queste che mi regala la danza penso di non averle mai provate con gli altri sport sono diverse, la danza mi gasa mi carica e poi esplodono durante l’esibizione anche se a Roma è una competizione internazionale molto importante dove in palio c’erano borse di studio nelle più prestigiose scuole del mondo New York , Londra , Milano, Florida , Roma e la giuria ? Il top della danza Franco Miseria , Andrea Volpintesta, Sabrina Brazzo, che sono nomi dell’etoile della scala , di Milano, Martino Müller coreografo delll spettacolare “Gobbo di notre dame” insomma nomi prestigiosi come già vi avevo detto qualche settimana fa, che solo a sentirli mettono ansia e adrenalina , la danza esiste in tutte le culture umane e c’è da sempre è una delle espressioni artistiche più antiche, anche l’uomo primitivo danzava , la danza è liberazione, con essa scarico tutte le mie tensioni, ritrovo la mia anima, e mi rende felice . Torniamo al viaggio in treno con Laura e Sara, vi dico che ci siamo divertite tantissimo durante la tratta ma lo sapete che io non ho mai preso il treno ? Nave,aereo, tanta macchina ma mai avevo preso il treno era la prima volta ed ero quindi ancora più elettrizzata da questa mia avventura. Arrivo a Roma termini verso le 10,30 una stazione immensa , dovevamo prendere la metropolitana e scendere nei sotterranei per andare verso Roma Tuscolana il teatro è il nostro B&B. Erano nella zona San Giovanni. Dopo aver preso le camere e aver sistemato tutto finalmente si va a mangiare avevo una fame da lupi , con mamma siamo andate a mangiare lì vicino “Dar Bruttone “ cucina tipica romana e me so fatta un bel piatto di “Gricia” mamma mia come era bona . Dopo di volata al B&B per una bella rinfrescata e poi mi sono organizzata per il trucco da scena ho truccato anche le mie due compagne Sara e Laura, l’adrenalina cominciava a salire eravamo nello stesso contempo in ansiose felici e tanto euforiche, abbiamo poi raggiunto le altre al teatro Orione lì c’era il mondo della danza tantissime persone,la nostra esibizione era di pomeriggio abbiamo raggiunto Silvia la nostra Maestra a lei volevamo dedicare Oblivion, perché se lo merita è veramente brava e paziente è tanto tanto esigente volevano dare il massimo e c’è l’abbiamo fatta . Noi eravamo l’esibizione 123 su 184. Era il nostro momento, quando Damiano Bisozzi ci ha annunciate, siamo salite sul palco cariche come le mine siamo esplose nella nostra performance e abbiamo dato tutto ciò che si poteva siamo state brave è molto coordinate e c’era una grande forza che ci univa mentre si danzava ero felice e forte. Eravamo consapevoli che non avremmo vinto noi, ma nemneno si pensava di arrivare ottave con la nostra categoria, quindi eravamo più che soddisfatte. Ma la soddisfazione più grande è stato che Silvia è rimasta contentissima , era felice anche lei ci siamo riuscite ., felicità per tutti !
La manifestazione è stata lunga ma bella siamo usciti dal teatro tardissimo, fame a me lì vicino c’è la famosa pasticceria Pompi ho mangiato una bella porzione di tiramisù al cocco e via, doccia e poi lettone l’indomani ci aspettava una mattinata di shopping a Roma anche questo sport qui, mi affascina parecchio. Ho comprato tante tante cosine carine siamo arrivate al treno delle 17 cariche di sacchetti , ci siamo buttate nei nostri posti e io ho pure dormito. Ma appena arrivata a casa dopo la doccia ho cercato subito il letto, niente cena perché prima di salire sul treno ho smangiucchiato al Mac Donald’s, quindi niente, tisana e nanna . La settimana mi è risultata corta perché ho saltato un giorno di scuola e poi giovedì e venerdì ad Artemix c’è stata lezione con il mitico Damiano Bisozzi e le sue coreografie
Non posso svelare cosa sta preparando ma vi garantisco che sono fantastiche.
Sabato è come sapete il io giorno preferito
Perché posso fare tardi la sera , dopo la scuola è venuto a Prendermi il mio amico Alessio e siamo andati al mare a Tirrenia in motorino il mio primo giorno di mare il sole era caldo e il mare splendido li c’era Dario un altro amico e siamo rimasti insieme a goderci ore di un inizio estate che sta arrivando.
Al ritorno mi sono fermata a cena a casa di Alessio e poi siamo andati a fare un giro in centro a Pisa c’era tanta gente più di qualche settimana fa , ragazzi evviva l’estate anche perché le giornate sono più lunghe non solo più calde . Alle 23 siamo rientrati a casa e ho aspettato mamma che venisse a prendermi perché abito un po’ distante dal centro ho salutato alessio e poi via verso casa stanca come sempre ma felice.

Veronica 🌸

3 pensieri riguardo “#VeronicaSorrentino Diario di un’ambiziosa sognatrice

  1. Bellissimo Veronica, che dire sei in esplosione di arte, complimenti di vero cuore, un abbraccio grande a te e alla tua meravigliosa Mamma ❤️

    Mi piace

I commenti sono chiusi.