Samuel Pietrasanta:”Tutto iniziò da un viaggio lontano da casa…”

Abbiamo conosciuto Samuel Pietrasanta in TV, pupillo della grande Raffella Carrà. Quello che molti di voi non sanno è che la storia di Samuel parte da un viaggio Catania – Milano e di come la vita riservi sempre mille sorprese. Un ragazzo dolcissimo, simpatico e follemente innamorato della musica. Piedi saldi a terra, ma la testa in mondo fatto di sogni e musica. Sono grata a Samuel per avermi contagiato con la sua positività e per chi lo definisce solo “l’ennesimo prodotto di un talent”, non ha capito nulla. Conosciamolo meglio!

 

28947203_1631886206887879_1103491139557489172_o.jpg

 

Ciao Samuel, benvenuto su “One&Only”! Vorrei subito parlare del tuo ultimo lavoro “Dejà Vu”, sono davvero molto curiosa.
S:”Ciao a tutti ragazzi! Mi fa davvero piacere la tua curiosità, innanzitutto sono stato molto fortunato perché lungo il mio cammino ho incontrato una donna che ha davvero creduto in me: Raffaella Carrà.
Sono un artista di strada e la metafora del mio progetto è proprio il viaggio, guardare al futuro  senza dimenticare le proprie origini e far si che il passato sia un “Dejà Vu” dal quale trarre insegnamento.”

Se non sbaglio questo singolo ti sta portando anche tanta fortuna…
S:” Si, sono tra i canditati per salire sul palco del concerto del 1 Maggio a Roma! Sto iniziando ad avere tante soddisfazioni.”

Quando hai iniziato a fare l’artista di strada?
S:”Ho iniziato 5 anni fa, sono partito da Catania verso Milano. Tutto è iniziato per gioco, lavoravo e nel tempo libero suonavo per strada. Quando mi sono resoconto che poteva darmi anche la possibilità di vivere dignitosamente, ho deciso di dedicarmi totalmente alla vita da artista di strada.

A questo mi domando come mai ha scelto di intraprendere la strada di un talent. Come sei arrivato a “The Voice”?
S:”Sono stato contattato dalla redazione che aveva visionato alcuni miei video su internet. Non ero certo di voler andare visto la situazione dei talent oggi, come sapete spesso si afferma che la musica non viene valorizzata del tutto in questi programmi. Poi ho deciso di prendere la situazione di petto, da qui ho conosciuto Raffaella che dal primo momento mi ha tenuto sotto la sua ala protettiva e insieme a lei posso dire di aver vissuto tutto da un punto di vista del tutto musicale più che televisivo.”

E se non avessi sognato di fare il cantautore?
S:”Il pizzaiolo! Chissà se tra 10 anni non sarà così[ride]! La musica è un ambiente ricco di interrogativi, mi piace essere consapevole continuando a sognare di vivere di musica.”

Come descriveresti la tua musica con tre aggettivi?
S:” Libero, emozionale e sincero.”

Sogni una collaborazione in particolare?
S:”Sogno un duetto con Motta, sarebbe davvero interessante è un collega che apprezzo molto.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...