I “Rumba De Bodas” alla conquista dell’Europa

Appena tornata da Tenerife apro la mail e trovo una marea di comunicati stampa. Sembrerà strano, ma più comunicati trovo e meglio mi sento, specialmente se sulla scrivania leggo che dovrò fare un’intervista con una band dal nome caliente, grintoso e interessante.
I “Rumba De Bodas” sono attivi dal 2010. Un gruppo a metà strada fra latin, swing e i ritmi in levare dello ska, i Rumba cominciano la loro strada musicale suonando come spalla a Modena City Ramblers, Punkreas, Ministri, Skatalites, Vinicio Capossela e collaborando con Chico, vocalist di Roy Paci e Aretuska e Francesco Moneti dei Modena City Rambers nella registrazione delle loro prime tracce in studio.
Devo dire che li adoro! Non solo per il loro mood, ma anche per il coraggio di essersi buttati in un mondo sempre più ampio, fino ad arrivare ad un tour europea. Speriamo di poterli vedere conquistare il mondo, intanto vi lascio con questa piccola intervista insieme ad ELIA (Trumpet, Guitar, Percussions) da leggere tutta d’un fiato.

 

13734925_10153936704794480_7462307478880349917_o.jpg

 

 

Ciao Elia, benvenuto su One&Only! Quando nasce il vostro progetto musicale? Perché avete scelto proprio questo nome?
E:”Ciao Federica! Il progetto nasce nel 2008 a Bologna in ambito liceale dalla voglia di suonare e fare avventure di diversi amici, col tempo ci sono stati tanti cambi di formazione ma quella vitalità iniziale é l’impronta che ci accompagna sempre. Rumba de Bodas significa la rumba delle nozze, e richiama quel clima euforico e di gioia che si respira spesso nei matrimoni in giro per il mondo, infatti suoniamo generi provenienti da varie regioni. Per rumba in bolognese si intende anche baccano, delirio!”

Il 28 Febbraio è uscito Freaky Funky, come lo definiresti?
E:”Freaky Funky é un brano che rappresenta la nostra voglia di fare festa e coinvolgere con il ritmo. Il sound invece rappresenta bene l’orizzonte stilistico verso il quale ci siamo mossi con il nuovo album, carico di groove.”

Tre parole per descrivere il vostro genere
E:”Coinvolgente, euforica, esplosiva.”

Quale messaggio vorreste trasmettere con la vostra musica?
E:”Con la nostra musica più che lanciare un messaggio vogliamo ricreare un momento. Viviamo il concerto come un’opportunitá di incontro in cui grazie all’euforia che regala la musica é possibile staccarsi per un po’ dall’ordinario, lasciarsi andare, muovere il corpo e lasciare da parte la razionalità. Un po’ come in un rituale! Una cosa che avviene in ogni parte del mondo e fa benissimo a tutti.”

Cosa vi aspettate da questo tour straniero?
E:”Siamo abituati a suonare all’estero ormai e sappiamo che in molti paesi europei si possono creare delle situazioni fantastiche, ad esempio il pubblico tedesco ha molta voglia di divertirsi! Ci aspettiamo di promuovere al meglio il nuovo album per poter suonare su palchi sempre più belli. Quest’anno poi c’è la novità della Corea, ancora non riusciamo a crederci! Sulla nostra pagina Facebook trovate tutte le date del tour.”

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...