#FashionDesigners Maria Longobardi

Spesso parliamo di eventi come la Milano Fashion Week, il Pitti Firenze ed altri appuntamenti dedicati al favoloso mondo del fashion system. Ci abbiamo mai pensato che senza gli stilisti e soprattutto senza le giovani promesse del nuovo mondo della moda, tutto questo non esisterebbe? Ad AltaRoma ho conosciuti e toccato con un dito sogni e speranze di decine di designer, tra tutti una ha colto la mia attenzione per la sua eleganza e cura nei particolari. Maria Longobardi è la protagonista di questa storia fatta di moda, sacrifico e lotta nella giungla di quelli che saranno i Versace e Armani di domani.

 

fb_img_1521913160254291069711.jpg


Quando hai iniziato a muoverti in questo ambito?

Ti dirò subito che è una dote che ho avuto sin da piccola, ricordo che mi facevo comprare dei pezzi di stoffa e prendevo di nascosto la macchina per cucire di mia madre per trarre fuori delle gonnelline e delle magliette fatte così a caso.Sono tra stoffe e ricami artigianali, e a soli 12 anni iniziai le mie prime esperienze di apprendista in una sartoria artigianale; diplomata in design della moda e conseguiti gli studi con ottimi voti presso l’Accademia della Moda di Napoli, mi sono imbattuta in questo,  io definisco ‘sogno’ , che mi ha dato ben presto tante soddisfazioni’.

 

Come descriveresti il tuo stile? 

La partecipazione ai diversi concorsi, da cui ho ricevuto dei premi, le varie esperienze lavorative e la mia presenza ai molteplici eventi mi hanno fatta crescere professionalmente. Non preferisco lavorare sul prodotto industriale, ma mi sento portata a lavorare sull’ originalità e la sperimentazione del prodotto lusso, e a proiettarmi verso ‘handmade’. Se dovessi definire il mio stile in breve, lo definirei ricercato, essenziale, elegante e dalla linea sofisticata.”

 

Cosa pensi delle ultime tendenze prendesse alla Milano Fashion Week?

La Milano Fashion Week è stata un insieme di eventi pieni di novità e sorprese, anche se si sono rilevati un insieme di sbalzi di umore. Non so se è solo un mio parere però ho notato codici stilistici non seguiti, atmosfere che sembrano palcoscenici da spettacolo che danno aria di cambiamento e rivoluzione. Testate giornalistiche, icone di star, borse mini, le lunghezze esagerate,spalloni quadrati e volumi esagerati ci fanno rivivere i momenti passati. Ho trovato molto interessanti i colorati motivi etnici, le frange e i tacchi westen che danno un senso di vivacità e allegria. Molto trendy è anche il denim soprattutto accostati con altri materiali, pellicce e merletti.

 

 

fb_img_1521913213103532354362.jpg

 

Si è discusso molto del caso Ilaria Capponi e la magrezza esagerata richieste dalle aziende e case di moda. Tu cosa ne pensi al riguardo?

L’anoressia nel mondo della moda è un fenomeno diffusissimo; da anni ci si imbatte per eliminare totalmente questo problema. Si dice che la modella magra riesce a mostrare di più, io non saprei fin a qual proposito, anche perché credo che un capo possa stare bene ad una taglia 36 come ad una taglia 40/42. Se volessimo rispettare i canoni della fisicità,  alta 180 cm dovrebbe avere un peso medio di 65/68 kg. Secondo il mio parere, l’anoressia dovrebbe essere un caso risolto una volta per tutte, le case di moda dovrebbero solamente rispettare chi lavora come indossatrice o modella/o.

 

Tornando a te, parlaci della tua esperienza ad AltaRoma . Com’è stato prenderne parte?

“AltaRoma?!?”  Ancora oggi mi vengono i brividi a pensare a quell’ indimenticabile esperienza. Quell’ ansia, quelle tensioni che sono divenute emozioni subito dopo la sfilata.Ho avuto modo di portare in passerella capi che fanno parte della collezione ‘ESSENCE OF ELEGANCE’, e, colgo l’occasione per ringraziare tutto lo staff The Look Of Year e il Presidente dell’associazione Piazza di Spagna ‘ Annabella Esposito’.Il contest AltaRoma, come qualsiasi altro evento, mi ha lasciato il segno.

 

Quale messaggio vorresti lanciare con le tue collezioni?

Il messaggio che intendo lanciare è molto personale e con chiunque parlo dico sempre testuali parole ‘ Dobbiamo amare ciò che facciamo, e in qualsiasi modo lo facciamo mettiamoci tutta la forza che abbiamo… per essere felici bisogna fissarsi un obbiettivo e puntare sempre in alto fino a quando non si è sicuri di averlo raggiunto… tanto se va male, avrai vissuto momenti emozionanti che non hanno fatto altro che arricchire il tuo bagaglio culturale’.Inoltre noi giovani dobbiamo aver coraggio per sopprimere le nostre condizioni sociali attuali, portare avanti i nostri ideali, e, tenere cura e tenacia della nostre ricchezze sfruttandole fino alla fine, valorizzando in tutto il mondo il nostro Made in Italy.

 

fb_img_1521913202880202258240.jpg

 

Ti ispiri a qualche brand o stilista in particolare? Qual’ è il tuo evento/ fiera preferita tra Pitti Uomo, Milano Fashion Week, AltaRoma.

C’è da dire che il mio idolo è Roberto Capucci , però comunque sono attratta e rimango affascinata dall’ Haute Couture e  giochi modellistici , seguo passo passo le collezioni di qualsiasi stilista, in particolare Valentino, Dior, Abed Mahfouz e Mohammed Ashi. Se dovessi scegliere tra la Milano Fashion Week, il Pitti e AltaRoma non saprei darti una risposta anche perché per adesso ho avuto modo di portare le mie creazioni solo sulle passerelle della Ischia Fashion Week e AltaRoma, ma spero in un futuro di avere l’opportunità di poter essere ad altri grandi eventi come il Pitti e Milano fashion Week.

 

Quali sono i prossimi progetti? Puoi dirci se hai qualcosa in mente per la prossima collezione?

Vorrei sapere ancora di più su questo campo, ho voglia di imparare cose nuove e spero di crescere professionalmente, in modo da poter estendere il mio brand, ‘ Mersì Couture’, in una buona fascia di mercato. Do un piccolo anticipo per quanto riguarda la prossima collezione: sto studiando sulla scultura e il design, ne sto traendo fuori capi tridimensionali, studiati modellisticamente. I tessuti sono di composizione naturale, per poter salvaguardare la natura, e, la gamma cromatica dai colori tenui.

 

fb_img_1521913210215791887299.jpg

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...