“ANIMA A METà”: UNA CANZONE CHE FA SCOPRIRE IL NOSTRO SUBCONSCIO

Anima a metà è il nuovo singolo di LeMà, cantante di origini honduregne ma che vive in Italia da diversi anni. Si tratta del secondo estratto di questo artista dalla voce melodica che interpreta alla grandissima questo brano scritto da Ginevra Carucci e Damiano Innocenti Chiti.

Questa canzone bisogna ascoltarla attentamente per capire che si tratta di un urlo di denuncia che ha come scopo l’affermazione della propria personalità e la realizzazione dei propri sogni. L’artista racconta di essersi perso in un eccesso di realtà senza rendersi mai conto che la vita apparteneva a lui e, pur rendendosi conto di aver perso molto tempo, decide di voler dare un senso alla sua vita, riempendo quell’anima che, col corso degli anni, ha diviso a metà, intento com’era a vivere la sua vita come se fosse un oggetto. Insomma questa canzone è un inno alla libertà di espressione, interpretata da un artista che vuole abbattere i propri limiti per affermare una vera identità.
La canzone, dal 16 Febbraio acquistabile nei digital store, è uscita con un video, il 15 Febbraio, girato da Simone Palma e dallo stesso LeMà. Nel video ci sono tre scene importanti che fanno capire ancor meglio il messaggio della canzone: si vede, infatti, l’artista che, man mano che cresce, si ritrova sempre di più chiuso in se stesso; un’altra scena vede l’artista interpretare il suo subconscio che cerca di liberarsi delle catene che l’eccesso di realtà gli ha messo addosso; la terza scena mostra l’artista cantare la canzone in un teatro all’aperto completamente deserto, segno che, anche se sembra essere tardi, si è ancora in tempo per darsi da fare e superare i propri limiti.
Personalmente, ho trovato la canzone molto bella, con un messaggio fantastico, che esorta l’ascoltatore a scoprire la sua vera identità: tutti, nel nostro piccolo, abbiamo un dono che ci rende speciali, ma incatenarlo per paura della realtà che ci circonda non fa altro che farci star male, mentre il tempo attorno a noi scorre inesorabile: dobbiamo, dunque, essere bravi a capire quello che dice il nostro subconscio, farlo uscire fuori, alla luce del Sole, e scoprire chi siamo veramente, prima che sia troppo tardi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...