#SANREMO2018 Il Diario di Claudia

Il Buongiorno si vede da “Favino”. 
Eh sì! Dovevo per forza iniziare così perché Pierfrancesco Favino, miei cari, è stata la conferma (ma io non avevo dubbi) della grande prima serata del Festival! Innovativo, spettacolare e spalla divertente per una Hunziker, forse un po’ agitata, ma sempre all’altezza della situazione e per un Claudio Baglioni un po’ “anonimo”, ma che sicuramente ha dato spazio alle canzoni dei 20 big in gara.
Nel complesso è stata una bella serata e le canzoni sono belle ed emozionanti: era da un bel po’ che ad ogni brano non dicevo: “questa è bella”, “wow che emozione”, “oddio che musica”, ma è troppo presto per avere la mia preferita, meritano un altro ascolto e avrò tutto il tempo per decidere. 
Ho riso anche tanto: Fiorello è sicurezza, è bravura, è pepe, è leggerezza per una serata piena di tensione ed ansie, come può essere la prima serata della  canzone italiana.
Questa sera tocca ai giovani, ben 5, e sarà la volta di un ragazzo che io adoro: oltre ad essere un grande artista, Mirko e il cane è un amico, un ragazzo che merita assolutamente quel palco e a cui io auguro la vittoria. Riascolteremo anche 10 big e ci saranno tante altre sorprese. Non ci resta che aspettare ancora un po’..Ma ciò che ho amato di più sono stati gli showcase dopo il Festival a casa Sanremo: ho assistito a un Renzo Rubino emozionato ed emozionante e alle Vibrazioni che hanno fatto cantare e ballare tutti come adolescenti impazziti ( me compresa ovviamente). Aspettate, io forse non sarò più un’adolescente, ma la pazzia mi accompagna sempre e sarà presente anche stasera. Chissà che farò? Curiosi? 
Domani, se mi ricorderò, ve ne parlerò 🙂