#GIULIO WILSON: ”LE MIE ESPERIENZE SONO TASSELLI CHE FORMANO UN PUZZLE!”

Oggi il nostro blog ospita Giulio Wilson, cantautore fiorentino che da un po’ di tempo sta facendo parlare di sè. Infatti ha lavorato a stretto contatto con Bobby Solo, aprendo concerti e tournèe del cantante, ed è stato finalista per due anni di seguito ad Area Sanremo, giusto per citare qualcosa del ricchissimo curriculum di Giulio. Ma ecco ora la nostra intervista.

G.: Ciao Giulio, e benvenuto su One & Only. Come nasce la tua passione per la musica?
W.: Ciao e grazie per l’invito. Io canto canzoni ormai da tanti anni; ho sempre suonato fin da quando ero piccolo, dunque la mia è una passione che viene da diverso tempo!

G.: Come definiresti il tuo genere musicale?
W.: Fondamentalmente, io mi sento un cantautore di musica italiano. Se dovessi definirmi con un genere, mi avvicino molto al pop.

G.: Il tuo è un curriculum molto molto ricco, che conta la partecipazione al Festival di Castrocaro, Area Sanremo 2016, hai aperto la tournèe di Bobby Solo e tanto altro ancora. Quale pensi che sia tra queste l’esperienza più importante?
W.: Sono tutte esperienze importanti, tutte quante sono come un tassello che formano un puzzle. Sicuramente i concorsi sono i tasselli più difficili e i più scottanti, poichè il rischio di prendere una delusione è sempre alto. Allo stesso modo le aperture dei concerti sono quelli più appaganti, perchè si suona davanti al pubblico.

G.: Parliamo del tuo ultimo singolo, Parole, come nasce questo pezzo?

W.: Questo singolo nasce dalla mancanza di ispirazione; infatti nel brano mi pongo la domanda ”Cosa faccio?”, poi prendo tanti pezzettini di brani celebri, ed unendoli è venuto fuori questo brano simpatico.

G.: Hai altri progetti per il futuro??
W.: Per il futuro sto scrivendo un album che uscirà molto presto. Fra l’altro sono da poco diventato un artista Fonoprint, che è un’etichetta prestigiosa.

G.: Dov’è possibile seguirti sui social?
W.: Sui social mi trovate su Facebook, semplicemente digitando ”Giulio Wilson”, oppure sul mio sito internet, www.giuliowilson.it.

G.: Grazie per aver condiviso la tua musica con noi.
W.: Grazie mille, a prestissimo!