Alice Caioli e quel sogno chiamato SANREMO

Alice Caioli entra ufficialmente al Festival di Sanremo 2018 nella categoria giovani. È stato il suo brano “Specchi rotti” (prodotto da Paolo Muscolino) a farla ammettere di fatto nella sezione Nuove Proposte, durante “Sara Sanremo”, la diretta andata in onda su Rai 1.
Alice, 21 anni, originaria di Sant’Agata Militello (Messina), si era già contraddistinta per la sua personalità e bravura al concorso “Area Sanremo”, proponendo la canzone a una commissione presieduta da Claudio Baglioni.


F:”Ciao Alice, benvenuta su One&Only! Quando hai iniziato ad appassionarti di musica?”
A:”Ciao Federica, mi sono appassionata alla musica cercando salvezza. Mi sono rifugiata in questo mondo dopo il divorzio dei miei genitori.”
F:”C’è qualche artista italiano al quale ti ispiri?”
A:”Adoro Noemi, i Negramaro, Mengoni e Carmen Consoli.”
F:”Cosa ti aspetti da questa esperienza a Sanremo?”
A:” Sarà un’esperienza da ricordare, che porterò sempre con me. Mi aspetto Crescita Artistica ed Umana. Ammetto che vorrei davvero vincere, ci credo tanto!”
F:”Di cosa parla il tuo brano?”
A:” E’ la mia storia. Parla del rapporto difficile con mio padre. Del fatto che avrei voluto averlo e non è  stato così, lui è  i miei Specchi Rotti, la mia finestra che non ho.”
F:”Come lo descriveresti con 3 aggettivi?”
A:”Ermetico, Affascinante, Nuovo.”

 

Alice Caioli.jpg

 

F:”Tra i BIG, c’è qualcuno con il quale vorresti duettare?”
A:” Il cast è davvero vario quest’anno. Tra i miei preferiti spiccano Noemi e Fabrizio Moro.”
F:”C’è un avversario che temi di più?”
A:” Sono tutti bravissimi, c’è una bella competitività. Quelli che temo di più? Mudimbi, Noemi, Ultimo e Giulia.”
F:”Cosa pensi abbia colpito della tua musica fino ad oggi tanto da portarti sul palco dell’Ariston?”
A:” Credo abbia colpito la verità di ciò che racconto, il fatto che arrivo dritta al punto raccontando quello che ho vissuto attraverso la musica, cioè tutta la mia vita.”