Livio Livrea e quella vita chiamata MUSICA

La musica ci accompagna sempre, anche se a noi non sembra. Quando un autore, un cantante, un musicista dice “vivo di musica”, tendiamo a vederci qualcosa di già detto, una semplice “frase effetto”. Devo dire che leggendo il comunicato e ascoltando la musica di Livio ho provato un brivido, come se qualche nota si fosse scontrata con una mia corda del cuore. Noi giornalisti abbiamo la passione e il talento di saper scrivere, ma ci sono casi dove nemmeno noi siamo capaci di arrivare ad esprimere il reale concetto e il reale intendo dell’artista, non mi resta che lasciare la parola al nostro artista.
Livio Livrea - Foto comunicati HQ 4

F:”Ciao Livio benvenuto su One&Only. Leggendo il tuo comunicato è impossibile non notare la tua risposta a “Cosa fai nella vita?” Raccontaci di te tramite questa risposta bellissima…”
L:”
Nella vita oggi ho scelto di fare quello che sento di voler fare. Ho scelto d’impegnarmi alla felicità e di costruirla per me e per gli altri, perchè se è vero che le cose brutte capitano da sé, è altrettanto vero che la gioia è una nostra responsabilità.
Cosi nella vita scrivo e canto, uso le parole per connettermi alle emozioni primarie e alla fine mi sento bene, e pure chi è con me.
Perchè la musica è una magia, che fa si che bene e male perdano la loro etichetta e diventino semplicemente fatti.Concetti utili. Che nonostante tutto, lasciano un retrogusto dolce,un insegnamento. Per arrivare a poter far musica in serenità, ho dovuto costruire una libera professione in parallelo. Il percorso è stato quantomeno originale!
Ho sempre lavorato e intanto mi sono laureato in ingegneria gestionale.
Più aggiustavo la mia vita e più sentivo di dover fare musica e parole.
Cosi, sintetizzando in  2 righe gli ultimi 10 anni, ho costruito un lavoro che mi lasciasse il tempo e lo spazio per la musica. E ora, semicitando il grande Bertoli, nella vita sono un cantautore, con un piede nel passato, una buona aderenza alla realtà e lo sguardo dritto aperto nel futuro.”

F:”Se dovessi descrivere la tua musica in quattro aggettivi quali sarebbero?”
L:”Sincera, un po’ amara e un po’ allegra, entusiasta, protettrice.”

F:”Vanti molta esperienza, qual è quella che ti porterai sempre nel cuore?”
L:”Negli ultimi anni la musica mi ha fatto conoscere un sacco di posti e persone meravigliose. La ringrazio per avermi portato all’indigeno Festival, a Patti – Sicilia, dove ho conosciuto persone veramente belle ed ho portato la mia musica in cielo, suonando e cantando in parapendio! La ringrazio per avermi portato a Trapani, al Trapani pop festival, città che mi ha accolto e coccolato per 10 giorni. L’ho amata molto e mi ha fatto sentire a casa. La ringrazio per avermi fatto festeggiare il mio compleanno in musica, nella mia casa biologica, a Napoli, assieme ai miei cantautori partenopei preferiti.
La ringrazio per il tempo bellissimo a Sanremo, per i vicoli del centro storico e per  il legno de “Le cave”. Per la gente che non esiste, che s’incontra solo li dentro è poi sparisce. Che t’insegna che i legami non lo conoscono al tempo. Che si può amare per pura coincidenza  e che le persone simili si trovano sempre per sbaglio, ma mai per errore. La ringrazio per le notti che ho passato un po’ in tutte le città e stazioni d’Italia, per le mani che ho sfiorato e i pensieri che ho gradito.
Per il premio Bertoli, per Guccini seduto accanto a me, per il boato del teatro storchi e per l’onestà di Bertoli. La ringrazio per i treni che ho perso, per quelli che ho preso all’ultimo, per le persone che ci ho trovato dentro.
La ringrazio per le notti solitarie, quelle passate solo a letto, tra soffitto e chitarra, con un gatto come pubblico.La ringrazio per le schitarrate in spiaggia, belle come i palchi più grandi. E infine ringrazio voi, perchè per rispondere a questa domanda, ho capito che tutto ciò che proviene dalla musica arriva direttamente al cuore,
sta costruendo la mia vita e mi sta avvicinando alle persone adatte.”
foto2 Livrea


F:”Com’è lavorare con Giuseppe Anastasi
?”
L:”Peppe è una persona fantastica. Una delle mie preferite. Gli devo tanto. Con lui studio composizione, da 2 anni. Lo stimo molto, sia umanamente che professionalmente.
E’ una uomo onesto, sincero ed un grande autore.Mi piace perchè non da nulla per scontato, se non la gentilezza. Da lui ho imparato molto sia a livello autorale/compositivo che umano. Ha una grande abilità nel rapportarsi alle persone, la sa tradurre in musica e in legami equilibrati ed onesti.  E’ una persona molto piacevole, che in 10 minuti ti sa far ridere a crepapelle e poi commuovere.Gli voglio un gran bene ed è per me un ottimo esempio. Colgo l’occasione per augurargli il meglio per la sua uscita cantautorale.
Dopo aver vinto Sanremo come autore, ed aver portato tante canzoni al grande pubblico, merita ascolto ed affetto. Qui il suo nuovo singolo: https://www.youtube.com/watch?v=TV4aYnKWz_w “

F:”Quali sono i tuoi progetti futuri? Dove sarà possibile seguirti?”
L:”Nel mio futuro prossimo, vedo un cd, un libro e un progetto fotografico.
Per ora sto lavorando attivamente in questa direzione. Da fine novembre in poi, ho in programma molti live, sparsi un po’ in tutta Italia, con brevi fughe europee. Sarà possibile seguirmi sia li, che sui social, dove continuo ad essere sempre molto presente. Potete seguirmi sui vari social:
Web: http://www.liviolivrea.it
Facebook: http://facebook.com/livioinmusica
Instagram: https://www.instagram.com/livioinmusica/)
Sui social mi divertono molto, perchè consentono un rapporto diretto ed onesto con i fan.
Che poi “Fan” è proprio una brutta parola.
Le persone che scelgono di condividere il loro tempo con me, le vedrò sempre sempre come amici. Non è scontato scegliere di ascoltare qualcun altro, non è scontato. Proprio come l’affetto, Il tempo non è mai scontato.

F:”Devi sapere che sono una fashion blogger, naturalmente appassionata di musica e soprattutto dei pezzi di cantautorato. Mi capita di ascoltare moltissimi talenti e devo dire che le tue parole mi hanno commossa. In bocca al lupo e tantissimi complimenti!”
L:”In bocca al lupo anche a te. Grazie di cuore Fede, ti abbraccio forte in 2D. Spero di  vederti presto anche in 3D! Grazie per l’attenzione, il tempo e le piacevoli domande.”