Parole che raccontano

Roberto Acciano ha da poco composto un album intitolato “Il patrimonio di un clochard”, un album fatto di una storia, di parole dense di significato e che scavano un solco profondo nell’anima di coloro che lo ascoltano.

Roberto Acciaro è un pianista/cantautore tempiese. Vive di musica da quando ha 16 anni.  E’ autore della musica e dei testi delle sue canzoni, è inoltre il frontman dei “Nero su bianco”.

 

acciaro 2

La sua musica si contraddistingue per un’impronta ruvida, un po’ scura, non solo presente nelle tematiche che affronta nei suoi testi, ma anche dalla sua voce che non è propriamente limpida ma ha un tocco black.

In questa ruvidità, però, possiamo riscontrare un lato più dolce, quasi come una riservatezza iniziale che si rivela poi nella parte che mancava.

Questo lato molto particolare lo si trova soprattutto nella sua canzone “Complici”, attualmente in rotazione radiofonica.

Roberto si immagina il futuro, con la donna che lo accompagnerà durante il suo percorso, sempre mano nella mano nonostante i vari ostacoli che possono accadere.

Affrontare tutto insieme, nonostante le avversità, nonostante i timori, nonostante le lacrime, nonostante i dolori… Un amore che sappia andare oltre, nonostante tutto.

Un brano che fa non solo emozionare ma fa anche riflettere. Molte volte ci troviamo a pensare al nostro futuro, a quello che accadrà, a quello che sarà, ma non vorremmo affrontare mai tutti questi punti interrogativi da soli, ci immaginiamo sempre con qualcuno che ci sostenga e ci sorregga in ogni momento.

Il grande amore, quello della nostra vita.

Un album, quindi, all’impatto molto ruvido, ma che bisogna scovare per trovare spunti di riflessione e aspetti forse un po’ nascosti, ma che ben presto si svelano nel loro splendore.

 

 

 

Manuela Ratti nasce il 1 settembre a Bari nel 1994. E’ appassionata di scrittura e musica, e le piace trasportare queste emozionali trasformandole in qualcosa di condivisibile, sperando di poter donare un emozione o una bella sensazione a chi la legge

manu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...